HomeVita di coppiaOrgasmo femminile: sperimentare è essenziale

Orgasmo femminile: sperimentare è essenziale

Donne

Sanihelp.it – Un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Sexual Medicine ha analizzato funzioni e abitudini legate all’orgasmo femminile, con particolare attenzione ai fattori che possono contribuire alla soddisfazione sessuale: la maggior parte delle donne coinvolte nello studio è risultata complessivamente soddisfatta della propria vita sessuale e inoltre ha raggiunto l'orgasmo attraverso diversi tipi di stimolazione oltre al rapporto penetrativo vaginale. «Una funzione orgasmica più elevata è risultata associata oltre che a un basso livello di stress relazionale sommato a un'alta soddisfazione di coppia, anche alla capacità di adattare l'atto sessuale alle esigenze della donna» evidenzia la sessuologa Roberta Rossi che aggiunge: «La novità di questo studio è che tra i fattori che influenzano negativamente il giudizio sulla funzione sessuale femminile, ci sono l'insoddisfazione per la funzione erettile del partner, il controllo eiaculatorio, le dimensioni del pene, la mancanza di volontà di fare sesso e i preliminari inadeguati».

Adattare l’atto sessuale alle esigenze della donna richiede necessariamente da parte di quest’ultima una maggiore conoscenza, comprensione e consapevolezza di sé, non solo però da un punto di vista strettamente anatomico: «Sperimentare è essenziale!» esorta Rossi. «Impariamo ad esplorare, non tutte le donne rispondono allo stesso modo ad un tipo di stimolazione, ed ognuna dovrà individuare le sue corde».

Un campo da esplorare potrebbe essere in particolare quello del sesso durante il ciclo: sembra infatti che circa il 40% delle donne raggiunga un orgasmo migliore facendo sesso durante le mestruazioni rispetto agli altri giorni. Secondo un sondaggio condotto a livello globale (su 500 donne) dal brand di salute intima INTIMINA, l’82% delle donne fa sesso durante il ciclo; nel nostro Paese, però,  stando a un’indagine Ipsos-Intimina (su 1000 donne),  se il 16% ha più voglia di fare sesso appena prima o durante le mestruazioni e  il 21% non rinuncia ad avere rapporti, il 60% evita l’intimità in quei giorni per paura di sporcare.

«Molte persone possono essere poco informate ed avere dei tabù riguardo al ciclo e al sesso, quindi non c'è da meravigliarsi che non tutti si sentano automaticamente a proprio agio con l’esperienza sessuale durante le mestruazioni. Maggiore informazione, conoscenza e molta comprensione possono cambiare il modo di porsi di donne e uomini di fronte a questo aspetto fisiologico. Il periodo delle mestruazioni è stato riscontrato essere un periodo di maggiore sensibilità al piacere, ovviamente se non si soffre di dolori o altro, e quindi potrebbe essere per alcune donne una bella scoperta» sottolinea la dottoressa Rossi.

Per alcune non significa per tutte, ed ecco che ritorna l’importanza di sperimentare: «Ogni donna funziona in modo diverso, né migliore né peggiore rispetto ad altre. Di certo la parola d’ordine è conoscersi e, di conseguenza, riconoscere le sensazioni e le reazioni del proprio corpo per poter giocare con se stesse e con il/la partner» conclude Valentina Cosmi, psicoterapeuta e sessuologa SISP (Società Italiana di Sessuologia e Psicologia) e consulente LELO.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...