HomeAnimaliDall'Inghilterra un cane coraggioso: il Bullmastiff

Dall’Inghilterra un cane coraggioso: il Bullmastiff

Salute e animali

Sanihelp.it – Il Bullmastiff venne utilizzato dapprima come cane da guardia e come aiuto dei guardiacaccia per catturare i bracconieri. La razza è stata selezionata incrociando il Mastiff con il Bulldog Inglese e venne ufficialmente riconosciuta nel 1924. È un cane potente, ma non pesante, ben costruito e armonioso. La taglia è grande, con un’altezza al garrese che va da 63,5 a 68,5 cm per i maschi e da 61 a 66 cm per le femmine e un peso che varia da 55 a 59 kg per i maschi e da 41 a 50 kg per le femmine. Il Bullmastiff può essere fulvo o tigrato, con la maschera nera, il pelo è corto.
È affidabile, attivo e equilibrato, e il suo coraggio è ben noto. Ancora oggi conserva le caratteristiche del cane da guardia, in quanto si affeziona molto alla sua famiglia e non gradisce gli intrusi nel proprio territorio. Può essere un buon compagno di giochi anche per i bambini, naturalmente sotto la supervisione di un adulto, non tanto per il suo carattere quanto per la sua mole imponente.
Pur essendo un cane robusto, ha diverse predisposizioni di razza per alcune patologie, come per esempio la displasia dell’anca e del gomito, alcune forme tumorali come linfoma, sarcoma e mastocitoma, l’ipotiroidismo, patologie oculari come ectropion, entropion e atrofia progressiva della retina, rottura del legamento crociato, dermatite atopica e stenosi polmonare.
A causa della sua voracità tende a mangiare molto e velocemente, per cui può andare incontro alla torsione dello stomaco, bisogna perciò dargli più di un pasto al giorno con minori quantità di cibo, evitando così anche il rischio di obesità. 
Particolare attenzione va posta anche alla salute del suo cuore, in quanto è soggetto a diverse malattie cardiache.


Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...