Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima
Risultati da 21 a 40 di 119

Discussione: Caldarroste... il ritorno, hehehehehe

  1. Registrato da
    14/01/2005
    Messaggi
    1,060
    Io adoro le castagne; vado matto per quelle lesse e per le caldarroste, che da me vengono chiamate "basturnoni". E' favolosa anche la marmellata di castagne; io sono capace di mangiarne un barattolo intero nel giro di poche ore.
    Proprio oggi, da me c'è una sagra dedicata all'autunno, con bancarelle di prodotti di stagione.

  2. # ADS
    Caldarroste... il ritorno, hehehehehe
    Video del giorno Circuit advertisement
    Registrato da
    Always
    Messaggi
    Many
     
  3. Registrato da
    04/03/2005
    Messaggi
    118
    a proposito di marmellata.... io con il gelataio simac ho provato a improvvisare un gelato con: un barattolo di marmellata (di quelle con vaniglia, sono ottime), un po' di latte + panna liquida per renderla quasi liquida, e marron glaces a pezzi dentro....
    viene un gelato velocissimo e d'effetto, da servire con panna montata o con una bella colata di cioccolato amaro

  4. Registrato da
    14/01/2005
    Messaggi
    1,060
    Citazione Originariamente Scritto da fatababa
    a proposito di marmellata.... io con il gelataio simac ho provato a improvvisare un gelato con: un barattolo di marmellata (di quelle con vaniglia, sono ottime), un po' di latte + panna liquida per renderla quasi liquida, e marron glaces a pezzi dentro....
    viene un gelato velocissimo e d'effetto, da servire con panna montata o con una bella colata di cioccolato amaro
    Deve essere delizioso. Mi hai anche ricordato i marron glacés, buonissimi davvero; sono i dolci preferiti da mia mamma insieme alla pattona di castagne.

  5. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    TUTTO OTTIMO! Assaggio tutto molto volentieri, qua a me!

    Eih, ma nessuno ha la ricetta dei marron glaces?
    Calimero, cerca nel tuo molto disordinato quadernetto, in mezzo a tutti i fogli se hai la ricetta... guarda in fondo magari, così farai più in fretta!

  6. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    La mia ricetta dei marron glaces,non si trova più....la trovai almeno 30 anni fa.Ma dopo 1 prova,abbandonai per sempre il ripetersi di un totale disastro.
    Perchè ci vogliono delle castagne perfette,e ben dure.
    I veri marroni,dalle mie parti quasi non arrivavano tanti anni fa.Erano tutte castagne locali,che erano piccole e teneri....e con tanti vermi .Ma ho fatto una piccola ricerca,ed ecco a voi la ricetta,presa dal sito www.cucinaconme.it.

    Marrons Glacés
    Una premessa: non è una ricetta facile. Si va incontro a delusioni non indifferenti. Basti pensare che 2/3 dei frutti non rimarranno interi. E trovare in commercio dei veri marroni è già un'impresa. Certo, quelli che poi riescono danno grosse soddisfazioni.
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  7. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    Ingredienti: 1 kg di grossi marroni, 500 gr di zucchero semolato, 1 stecca di vaniglia (oppure essenza di vaniglia in gocce).
    Lavate i marroni e praticate un taglio a croce sui due lati di ciascun frutto. Il taglio deve intaccare, oltre alla buccia, anche la pellicina sottostante. Attenzione però a non tagliare nella buccia.
    Sbucciate i marroni dopo averli lessati per 1 minuto. Dal momento che per spellarli facilmente devono essere caldi, conviene scottarne pochi per volta e sbucciarli non appena si riesce a tenerli in mano. Se la pellicina interna non viene via facilmente, tuffate il marrone per qualche secondo in acqua bollente. Non l'acqua dove li avete lessati, perché l'acqua è oramai tinta con il tannino delle bucce e colorerebbe anche i frutti.
    Mettete tutti i marroni in una casseruola e copriteli con acqua fredda. Portate a ebollizione e, quando l'acqua bolle, abbassate il fuoco e lasciate sobbollire piano per 10-15 minuti.
    Per controllare la cottura, infilate in un marrone un ago o un piccolo spiedino: deve entrare e uscire con facilità.
    Scolate i marroni, togliendoli molto delicatamente con un cucchiaio forato per non romperli.
    Mettete lo zucchero in una casseruola con 3 dl di acqua e la stecca di vaniglia oppure un quarto di boccetta di essenza. Scaldate lo zucchero senza mescolare e lasciare sobbollire per 5 minuti.
    .
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  8. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    Mettete le castagne nella casseruola , lasciate riprendere l'ebollizione e spegnete dopo 1 minuto. Coprite e lasciate riposare per 24 ore.
    Trascorso questo tempo, rimettete la casseruola su fuoco basso. Quando riprende l'ebollizione, spegnete dopo 1 minuto e aspettate ancora 24 ore.
    Procedete nello stesso modo il terzo giorno: 1 minuto di ebollizione e 24 ore di ripA questo punto, è sufficiente rotolare i marroni nello zucchero semolato.
    NOTA : se li preparate lo capirete subito. La difficoltà maggior sta nell'azzeccare i tempi di cottura, non tanto nello sciroppo quanto il primo giorno quando vengono lessati. Se si cuociono troppo si disfano. Per questo motivo è indispensabile trovare grossi marroni di ottima qualità e non semplici castagne. Devono anche essere freschissimi.

    Alcuni marroni si spezzano comunque durante il trattamento. Continuate a trattarli, li userete rotti per dolci vari e per guarnire dessert come mousse di cioccolato o gelati.

    Per non doverli manipolare troppo con cucchiai forati, può essere un'ottima idea usare una di quelle padelle per fritti con il cestello,così per metterli e toglierli da acqua o sciroppo dovrete solo abbassare o alzare il cestello.oso.
    Il quarto giorno, togliete le castagne dallo sciroppo e deponetele su una griglia. Lasciate asciugare bene per almeno 3 ore, in un luogo asciutto al riparo dalla polvere. Va benissimo il forno spento e freddo
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

  9. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    per calimero

    ... tanto io i marron glaces non mi ci metto a farli! questi preferisco comprarli già fatti. Sapevo che la rietta era un po' difficoltosa, ma te l'ho fatta mettere per i temerari che amano i rischi in cucina

  10. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    per fatababa

    senti fatina, potresti ativare la messaggistica privata che avrei un'informazione un po' privata da chiederti?
    grazie eh!

  11. Registrato da
    04/03/2005
    Messaggi
    118
    urca! come non funziona? non ho idea di come si faccia...pensavo fosse attivata in automatico

  12. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890
    oggi purtroppo non sono andata nel bosco a raccogliere le castagne perchè piove! Fortunatamente ieri ne ho raccolte abbastanza anche per la merendina di oggi e ora me le vado a mangiare perchè ho visto che è l'orario giusto per la merenda... ci sentiamo più tardi!
    ciao anna

  13. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    passiamo a qualche informazione!

    IL CASTAGNO
    CASTANEA SATIVA

    Il castagno è una pianta ad alto fusto e a chioma ampia. Ha le foglie alterne, coriacee, con picciolo lungo da 1 a 2,5 cm; lamina strettamente ellittica, appuntita, lunga 10 - 25 cm, a margine dentato; la pagina superiore è verde scuro e lucida, quella inferiore è più chiara, inizialmente un po’ pelosa, poi glabra.
    Il castagno è una pianta monoica, cioè sullo stesso albero si formano tanto i fiori maschili quanto quelli femminili. I fiori maschili sono infiorescenze di secondo ordine a capolino, riunite in spighe lineari lunghe tra i 10 e i 25 cm, mentre quelli femminili sono solitari o riuniti a 2 - 3. I fiori femminili si trovano generalmente alla base delle infiorescenze maschili, circondati da un involucro verde di squame fogliacee da cui sporgono gli stigmi bianchi a filamento.

  14. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Questa pianta produce le castagne!

    frutti eduli coriacei, di colore bruno lucido, monospermi, lunghi da 2 a 3 cm, racchiusi a gruppi di 1 - 3 in una cupola giallo bruna e molto spinosa, che quando è matura si apre in quattro valve. Le castagne venivano fin dall’antichità consumate fresche, secche, candite o trasformate in farina (farina di castagne).
    Il castagno sviluppa tronchi con corteccia da prima liscia, bruno-oliva, poi grigio-bruna, fortemente ruvida e screpolata longitudinalmente. Esso può raggiungere dimensioni colossali (fino a 35 m di altezza complessiva e a 2 m di diametro del fusto), che ne fanno il gigante delle latifoglie dei nostri climi, ed è molto longevo, tanto che alcuni esemplari superano il millennio.

  15. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Il castagno dell’Etna

    è senza dubbio il più famoso: detto "dei cento cavalli" perché, secondo la tradizione locale, cento cavalieri potevano trovar riparo sotto i suoi rami, questo albero misurava nel 1872 cinquantasei metri di diametro e venti di altezza. Alla fine del diciottesimo secolo gli si davano già più di 3000 anni di età. Era allora completamente cavo (come la maggior parte dei vecchi castagni) e la gente del paese aveva costruito nel suo tronco una casa comprendente un graticcio per far seccare le castagne.

  16. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    continua

    Il castagno è una specie indigena della zona mediterranea
    (sud dell’Europa, Asia Minore, Nordafrica), ma è stato introdotto dall’uomo anche nelle regioni europee settentrionali che occupa attualmente fino al Sud-Est dell’Inghilterra ed alla Danimarca. L’Italia con circa 800.000 ettari coperti a castagneto, più del 15% della superficie boschiva, è al primo posto in Europa, seguita dalla Francia (500.000 ettari) e dalla Spagna (110.000 ettari). I castagneti più estesi in Italia si trovano in Toscana, Piemonte, Calabria e Liguria, ma sono in regresso perché sono danneggiati da agenti patogeni (Endothia parasitica) che causano gravi danni.

  17. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    continua

    L’habitat naturale del castagno
    è nel clima caldo d’estate e mite d’inverno, con precipitazioni abbondanti, per lo più su suolo siliceo.
    Esistono due tipi di castagneti: quello ceduo e quello d’alto fusto.
    Il castagneto ceduo è costituito da piante selvatiche; a seconda dell’età dei suoi polloni fornisce sostegni per viti e orti, piccola paleria agricola, tronchetti per doghe, pali per linee elettriche e travature e infine legname d’opera.

  18. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Quello d’alto fusto

    è costituito interamente da piante da frutto con individui innestati e fornisce le castagne. Le varietà coltivate differiscono soprattutto per le caratteristiche del frutto (grossezza, forma, spessore della buccia, ecc.); la più pregiata è il marrone, che dà le castagne più grosse. La produzione dei frutti inizia verso il 16° anno di età. Un albero produce da 20 a 30 Kg di castagne all’anno. Il legname che si ricava è di color bruno chiaro e resistente all’umidità.

  19. Registrato da
    07/12/2004
    Messaggi
    23,890

    Il legno e la corteccia

    del castagno vengono utilizzati anche per l’estrazione del tannino (estratto di castagno) che interessa l’industria della concia.

  20. Registrato da
    14/01/2005
    Messaggi
    1,060
    Citazione Originariamente Scritto da anna1401
    Qui da noi non è così rischioso raccogliere le castagne. Si può andare tranquillamente per i boschi e nessuno spara, se non ci sono in giro cacciatori però... comunque è in vigore una regola quest’anno: “ non si può raccogliere più di due chili di castagne a testa”, altriment,i se si viene scoperti, si rischia una multa, che però non sò a quanto ammonti.

    Mi sto immaginando la scena da voi: famelici cacciatori di castagne che arrivano con camion auto-articolati e depredano tutte quelle povere castagnole sole e infreddolite. E, all'improvviso, da dietro un albero, ecco spuntare un vigile travestito da Bambi che appioppa una sonora multazza al terribile trasgressore

  21. Registrato da
    02/11/2004
    Messaggi
    25,607
    Citazione Originariamente Scritto da hell0
    Mi sto immaginando la scena da voi: famelici cacciatori di castagne che arrivano con camion auto-articolati e depredano tutte quelle povere castagnole sole e infreddolite. E, all'improvviso, da dietro un albero, ecco spuntare un vigile travestito da Bambi che appioppa una sonora multazza al terribile trasgressore
    Anche ai bambini???
    Le persone che amano troppo il denaro,devono essere cacciate fuori dalla politica.Jose Mujica, presidente dell'Uruguay.

Pagina 2 di 6 PrimaPrima 123456 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. di ritorno
    Di leila leila nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 18/12/2007, 11:02
  2. ...il ritorno...
    Di amarena nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 55
    Ultimo Messaggio: 14/08/2006, 23:31
  3. io 30 lei 16!!!! il ritorno!!!!
    Di mandrake nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 21/07/2006, 12:27
  4. Il ritorno di Bronty
    Di ruen55 nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 19/10/2005, 21:21
  5. il ritorno!!
    Di bimbadark nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 04/09/2004, 15:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online