Logo
Cerca nel forum | Cerca in tutto il sito
Ricerca personalizzata Google
Video Home fitness
sondaggi - vota
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 29

Discussione: quando?

  1. Ospite

    Infelice quando?

    Non fumo da un mese e mezzo e ancora mi manca moltissimo, specialmente in alcuni momenti.
    Secondo voi cambierà qualcosa, e quando?

  2. # ADS
    quando?
    Video del giorno Circuit advertisement
     
  3. Registrato da
    07/04/2005
    Messaggi
    4,648
    Ciao Ronny,
    fondamentalmente dipende da te, da come vedi il non-fumo se lo stai vedendo come un sacrificio sarà molto più dura, ma se lo vedi (come in effetti è) un percorso verso la libertà allora credimi che sarà molto più facile ^__^ non abbatterti perchè i momenti di crisi li abbiamo tutti e se ti darai una letta ai vari post te ne accorgerai da solo.
    Per ognuno di noi è una cosa diversa, ma tutti troviamo aiuto qui perchè sappiamo di non essere soli e ci aiutiamo a vicenda.
    Coraggio!!! Un abbraccio e fatti sentire.

  4. Registrato da
    11/03/2005
    Messaggi
    149
    Credo tutti noi manca la siga.Vivo dei momenti che ho una paura fottuta di non farcela ma poi penso "non voglio assolutamente cedere questo più bel regalo che mi sono fatto"

  5. Registrato da
    12/04/2005
    Messaggi
    63
    Io sono al 42° giorno , quindi piu' o meno sono tuo ...coetaneo... ; inizialmente pure io mi facevo questa domanda ; non vedevo l'ora che cessasse questo desiderio , questa voglia di fumare.
    Ma ora , piu' trascorrono i giorni e piu' sento che la domanda va' divenendo molto piu' complessa e misteriosa ( o forse fin troppo scontata ) ; perche' , ragionevolmente parlando , e' impensabile che dopo 42 giorni , sia ancora la sigaretta a mancarmi ( non puo' essere l'unica responsabile di questo vuoto che sento dentro ) ; forse ora , sobrio dalla nicotina , e' giunto il momento di guardarmi dentro e provare a capire cos'altro mi necessita x stare bene .
    .... Ho un grande sospetto , ma se e' come penso , be' .... pasienza .
    L'Amore non si compra al mercato..:!!!!
    Un abbraccio.

  6. Registrato da
    23/09/2004
    Messaggi
    965
    Io non conto i giorni, comunque ho smesso il 12/04 e mi manca solo un pò dopo il caffè corretto di fine cena....
    by Ilbe ;)

  7. Registrato da
    11/03/2005
    Messaggi
    149
    La vita è veramente dura!!! lavoro nella moda e credetemi non ce la faccio più dall'ipocrisia che mi circonda. E' vero quello che dice Arrivo05 che probabilmente non è solo la siga che ci manca. Nonostante tutto e in ogni modo siamo veramente bravi e veranno tempi migliori.

  8. Registrato da
    26/04/2005
    Messaggi
    43

    Domanda Vuoto

    Ciao a tutti! Penso che Arrivo purtroppo abbia proprio ragione. Non fumo più o meno dal vostro stesso tempo, ora credo che non si tratti di astinenza fisica, ma di una carenza molto più profonda, di un gran senso di vuoto, forse di solitudine... Sarà che le sigarette servivano anche a mascherare qualcosa? Cosa ne pensate?
    Coraggio a tutti!!!

  9. Registrato da
    27/01/2005
    Messaggi
    104
    La sigaretta per me è stata usata molto spesso come un rifugio, ero a disagio, mi fumavo una sigaretta ed avevo 5 minuti di riparo, questo riparo me lo sono tolto. Comunque è normale sentirne così la mancanza. Mi hanno detto persone più esperte di me che va trattata come un lutto. La sigaretta non c'è più e non ci sarà più. Quindi va trattata di conseguenza.

  10. Registrato da
    23/03/2005
    Messaggi
    128
    Comunque è normale sentirne così la mancanza. Mi hanno detto persone più esperte di me che va trattata come un lutto. La sigaretta non c'è più e non ci sarà più. Quindi va trattata di conseguenza.[/QUOTE]

    Quindi questa tristezza e questa voglia di piangere è il lutto per la perdita della sigaretta, della mia aguzzina.... che era uno schifo, che non rivorrei mai più, che mi faceva star male ma per la quale ho una tristezza profonda.... ha un senso.... elaborare il lutto richiede generalmente un bel po' di tempo...

  11. Registrato da
    27/01/2005
    Messaggi
    104
    Credo che un po di depressione nello smettere di fumare ci sta tutta, poi cercare di capire se questa depressione è dovuta solo alla sigaretta, oppure ci sono altre cose dietro. Nel mio caso era la seconda ipotesi, e sto cercando di curarla. Certo il togliermi la sgaretta comunque gli ha dato una bella botta.

  12. Registrato da
    26/04/2005
    Messaggi
    43

    Vivere senza filtro

    Certo che si deve elaborare un lutto!
    Sono 44 giorni, non credevbo che fosse possibile.
    Il problema è che non è solo il lutto per le sigarette, non è così perché siamo consapevoli che era una cretinata, un'illusione. Credo che le sigarette rappresentavano un'infinità di difese e di compensazioni a carenze di cui non eravamo consapevoli. Per esempio stare con gli altri, o dormire da soli, o lavorare quando è noioso o...cose ancora più profonde e fondamentali.
    Per diversi giorni mi sono svegliata terribilmente depressa, come se la vita non avesse più senso. Anche se sapevo che ciò era assurdo non serviva a nulla.
    Quello che percepisco ci può essere di buono è che è come vivere senza un filtro, e quindi più intensamente. Oggi per un pò mi sono sentita stranamente felice (cosa sarà?). Vi farò sapere.
    Sono proprio contenta di avervi trovato, mi sento meno sola e questo è davvero importante.
    Mi sento molto vicina a tutti voi. Caro Navarro,puoi dirmi qualcosa di più sulle tue riflessioni e sui tuoi metodi? Grazie.

  13. Registrato da
    13/09/2004
    Messaggi
    3,633
    La sigaretta è davvero un'illusione. Il suo effetto è praticamente nullo dal punto di vista farmacologico, salvo i sintomi d'astinenza con i quali essa ci incatena.

    Il fatto è che smettendo di fumare non ci si accorge di essere più "nudi" con gli altri. No, ci si accorge che invece "nudi" lo siamo sempre stati, e che la sigaretta non è mai stata capace di farci da scudo contro nessuna delle nostre difficoltà relazionali, e tantomeno mai è stata capace di alleggerire i nodi che ognuno di noi si porta dentro. Ci scopriamo diversi da quello che pensavamo di essere.

    Vi posso assicurare, per quanto possiate stare male ora, che più questa diversità si definirà e diverrà pregnante nella vostra vita e più sarete forti, forti come adesso non potete nemmeno immaginarvi.

  14. Registrato da
    27/01/2005
    Messaggi
    104
    Per Ginny, non ho cure particolari, semplicemente sto andando da uno psicologo, perchè mi sono reso conto che togliere la sigaretta ha sollevato diversi coperchi, e non riesco a spiegarmi tutto da solo, e nel frattempo sto prendendo degli antidepressivi, non che mi faccia piacere, ma preferisco prendere per un po degli antidepressivi, piuttosto ce ricominciare a fumare.
    Spero comunque vivamente di uscirne da questo casino e magari un po migliore.

  15. Registrato da
    26/04/2005
    Messaggi
    43

    domande

    Ciao Claudio. Parli come se non fumassi da tanto tempo, da quanti giorni?
    In che senso ti sei sentito diverso e come ci si sente più forti? Sembra che il tuo sia stato un percorso di consapevolezza, ma come si fa?
    Scusa per tante domande: te le pongo perché ora io mi sento terribilmente più debole di prima, con delle fragilità che non credevo di avere e mi piacerebbe capire cosa c'è dopo (mica resterò sempre così, verooooo???).
    Grazie.

  16. Registrato da
    23/03/2005
    Messaggi
    128
    Sono d'accordo con Claudio, ho notato che la sigaretta, quello stupido rotolino di carta e tabacco, per me fungeva da coperta di Linus o da bastone, non so come questo potesse funzionare eppure adesso mi sento come "senza riparo", il filtro della sigaretta faceva da filtro tra me e le emozioni, "difesa e compensazione" come dice Ginny. Se è così ben venga! Voglio vivere senza riparo, voglio sentire quello che c'è da sentire, voglio conoscere me stessa senza il bastoncino, voglio vedere "il Re Nudo".... la cosa può essere molto entuasiasmante no??

  17. Registrato da
    27/04/2005
    Messaggi
    103
    la sigaretta ci fa accettare cose che diversamente non accetteremmo

    innanzitutto se stessa.
    in secondo luogo nostre deficienze e manchevolezze.
    in terzo luogo riempie momenti che dovrebbero essere dedicati alla noia costruttiva, a prendere decisioni e ad uscire dall'immobilismo.
    personalmente trovo che la sigaretta sia un ottimo rifugio per non dovere affrontare decisioni che comportano rinuncie o fatiche. la sigaretta ci rende esseri passivi e manipolabili. forse esagero, ma "l'essere protetti" ci permette proprio di subire maggiormente gli eventi senza reagire.
    forse dovrei rileggere la coscienza di zeno. forse la lessi quando ancora non fumavo, non ricordo, o ero troppo giovane per capire.
    ad ogni modo un suggerimento per tutti: smettere di fumare libera energie e volontà. Pianificate cosa farne, tenetevi liberi una serie di impegni, magari inizialmente piu' manuali/rilassanti (personalmente cerco di disegnare e scrivere) poi forse anche piu' impegnativi:
    servono a ricolonizzare lo spazio della propria volontà che ci era stato sottratto !
    inizialmente sono un palliativo, ma devono essere esercizio alla ricostruizione di una personalità che purtroppo per molti fumatori di lungo corso e' spesso carente sotto molti profili (qui parlo di esperienza personale e di poche - non ne ho trovate molte - letture in merito). Mi sembra che questo thread si spinga in questa direzione....
    avete dei link da condivire su questo argomento ?

  18. Registrato da
    13/09/2004
    Messaggi
    3,633
    Citazione Originariamente Scritto da Ginny
    Ciao Claudio. Parli come se non fumassi da tanto tempo, da quanti giorni?
    In che senso ti sei sentito diverso e come ci si sente più forti? Sembra che il tuo sia stato un percorso di consapevolezza, ma come si fa?
    Scusa per tante domande: te le pongo perché ora io mi sento terribilmente ...
    Non fumo da sei mesi, ma sento che queste cose sono accadute e accadono.

    Una nota: non si sa mai se è lo smettere di fumare che ci fa cambiare, o se decidiamo di smettere perchè in noi un cambiamento è già avvenuto.

    Sicuramente di consapevolezza, ma darei a questa parola un significato tutto sommato banale: In realtà la nicotina, dal punto di vista degli effetti reali, è un farmaco abbastanza debole. Tant'è che non è la sostanza più pericolosa presente nelle sigarette. Essa però è in grado di dare una crisi d'astinenza abbastanza intensa.
    La nico interferisce con una parte del cervello che è preposta alla mediazione delle sensazioni di soddisfazione e insoddisfazione...

  19. Registrato da
    13/09/2004
    Messaggi
    3,633
    Tali sensazioni noi le usiamo, in quanto organismi, per vivere e sopravvivere. Sia che si tratti di un buon pasto, che della lettura di un'opera di Leopardi, noi fruiamo della realtà, provando piacere e dispiacere, utilizzando questa specifica zona del cervello. (non solo questa, ovviamente, ma tanto per capirci....).

    Ora, da quanto mi è parso di capire, la nicotina interferisce in questi processi la cui natura è essenzialmente neurochimica. Essa non fa altro che simulare meccanisisticamente, tramite il suo caratteristico effetto di rimbalzo (cioè la crisi d'astinenza) il senso di insoddisfazione. Quello che noi proviamo quando smettiamo di fumare dunque sono sensazioni vere, ma non reali, non autentiche. Esse vengono innescate nella nostra coscienza grazie ad un'azione meccanica della nicotina su alcuni neurotrasmettitori. Una sostanza che agisce su altre sostanze....

  20. Registrato da
    13/09/2004
    Messaggi
    3,633
    Mi sono fatto l'idea che sono io stesso a costruire su questo meccanismo di natura essenzialmente biochimica la mia personale sindrome di astinenza psicologica: lo faccio attribuendo a queste sensazioni negative un significato affettivo che esse di per sè non hanno, essendo derivate semplicemente da un processo esclusivamente neurochimico.

    Cioè l'idea che ho è che la sindrome d'astinenza psicologica abbia una natura essenzialmente cognitiva, e cioè derivi dalle idee che io stesso mi sono fatto sulle sigarette e non dal reale effetto e capacità di intrappolare che le sigarette avrebbero di per sè.

    In realtà dunque io emotivamente sono più o meno a posto. Insomma, con i mei problemi interiori e di relazione come tutti, ma le sigarette non solo non hanno, ma non hanno mai avuto quella capacità di alleggerire quei problemi che io attribuivo loro...

  21. Registrato da
    13/09/2004
    Messaggi
    3,633
    Perciò per me smettere di fumare ha significato innanzitutto vivere i sintomi dell'astinenza per quello che sono: normali sintomi come quelli di un'altra malattia, metti la varicella o il raffreddore. L'unica differenza è che mentre il raffreddore colpice il naso e la gola, la varicella la pelle, il tabagismo colpisce il sistema nervoso.

    In secondo luogo ho cercato di espellere tutti i pregiudizi positivi tramite i quali pensavo alle sigarette, sostituendoli con delle affermazioni maggiormente verosimili, stanti i reali effetti psicotropi della nicotina. E l'ho fatto ripetendo a me stesso spesso tutto ciò, scrivendo sul forum, parlandone con altre persone, e facendolo ogni volta cercando di utilizzare parole diverse e nuove, che descrivessero la situazione ogni volta da un diverso punto di vitsa. Insomma, imparando una nuova mentalità.

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Quando si Ama...
    Di bimbadark nel forum 4 chiacchiere
    Risposte: 136
    Ultimo Messaggio: 22/10/2008, 16:17
  2. Quando?
    Di moonnight nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 24
    Ultimo Messaggio: 26/06/2006, 00:50
  3. Quando.....
    Di ciprovo nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 15/06/2005, 16:10
  4. quando?
    Di forte nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 18/05/2005, 09:34
  5. quando?
    Di nel forum Sesso e Dintorni
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 14/04/2005, 12:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Disattivato
  • [VIDEO] code is Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato
Eventuali decisioni che dovessero essere prese dai LETTORI, sulla base dei dati e delle informazioni qui forniti sono assunte in piena autonomia decisionale e a loro rischio. Le informazioni qui riportate hanno carattere puramente divulgativo e orientativo; non sostituiscono la consulenza medica. È vietata la riproduzione anche parziale senza autorizzazione scritta.
Un dietologo e un dietista a tua disposizione. Prova la dieta online