Advertisement
HomeMamma e bambinoRagazzi e miopia, l'importanza delle ore all'aperto

Ragazzi e miopia, l’importanza delle ore all’aperto

Benessere visivo

Sanihelp.it – Bastano 40 minuti a giorno all’aperto possono ridurre l’incidenza della miopia del 20%. Si tratta di un difetto visivo che oggi in Italia colpisce circa un milione e mezzo tra bambini e adolescenti. Un aiuto arriva dalle ultime novità nell’ambito della tecnologia applicata alla visione: a due anni dall’introduzione delle efficaci lenti da vista che correggono la miopia e ne rallentano la progressione, nasce la nuova linea di lenti MiyoSmart specifiche per le attività outdoor per contrastare la miopia infantile anche in situazioni esterne e al contempo proteggere gli occhi dalla luce solare intensa.


Epide-miopia, è questo il neologismo creato dagli addetti ai lavori per descrivere l’incremento della miopia tra bambini e adolescenti. Un difetto della vista che insorge, nella maggioranza  dei casi, in età scolare. Secondo i dati evidenziati dalla Società Italiana di Pediatria, entro il 2050 si prevede che oltre il 50% della popolazione mondiale sarà miope.

In Italia la miopia colpisce 15 milioni di adulti e circa un milione e mezzo tra bambini e adolescenti, in particolare tra gli 8 e i 13 anni, fascia di età in cui il tasso annuale di crescita è più rapido. La ragione principale è da riscontrare nell’utilizzo sempre più significativo di tablet e smartphone. I ragazzi, oggi, trascorrono infatti molto del loro tempo di fronte a dispositivi digitali diminuendo così le ore all’aria aperta che, secondo gli studi degli ultimi anni, possono concorrere a ridurre l’insorgenza della miopia.

Uno studio condotto dall’Università di Sun Yat-sen di Guangzhou, in Cina, dove la miopia è molto diffusa per motivi genetici, rivela che svolgere quotidianamente attività scolastiche all’aria aperta per tre anni abbia portato a una diminuzione del tasso di miopia nei ragazzi coinvolti.  La ricerca è stata condotta su circa 2000 studenti delle scuole primarie divisi in due gruppi. Uno di questi ha svolto ogni giorno attività all’aria aperta per 40 minuti mentre l’altro ha continuato con le proprie attività al chiuso. Dopo tre anni l’incidenza della miopia è risultata del 30,4% nel primo gruppo e del 39,5% nel secondo. 

Un’altra indagine pubblicata su Investigative Ophthalmology & Visual Science ed eseguita dalla Bristol's School of Social and Community Medicine e dall'università di Cardiff ha dimostrato l’importanza delle attività all’aperto. I 7mila ragazzi e ragazze tra i 7 e i 15 anni, impegnati in attività all’aria aperta per tre ore in estate e un’ora in inverno, hanno mostrato una ridotta incidenza della miopia, indipendentemente dall’attività svolta.

Che giocare all’aria aperta favorisca molti aspetti dello sviluppo fisico e psicologico dei bambini e dei ragazzi è cosa risaputa, ma che questo possa incidere anche sulla qualità della vista è un elemento significativo che sta emergendo in questi ultimi anni. Se da un lato è importante incoraggiare i bambini miopi a praticare attività all'aria aperta, dall’altro occorre tenere presente che gli occhi vanno protetti dai dannosi raggi UV e dalla luce solare intensa.

Secondo l'American Optometry Association, infatti, i bambini sono più esposti a danni oculari causati dai raggi UV rispetto agli adulti, perché le loro pupille sono più grandi e il cristallino più trasparente, consentendo a un maggior numero di raggi UV di raggiungere l'occhio. Pertanto, è particolarmente importante proteggere i bambini dai danni oculari a lungo termine con soluzioni visive efficaci e affidabili.

Guarda in questa direzione Hoya, nome di riferimento a livello mondiale nel campo delle lenti da vista, pioniere nella messa a punto delle lenti da vista in grado di rallentare la progressione della miopia nei bambini,  le MiyoSmart con tecnologia D.I.M.S.oggi disponibili anche nella versione fotocromatica specifica per tutte le attività all’aria aperta.In particolare le lenti fotocromatiche MiyoSmart Chameleon rappresentano la soluzione »tutto-in-uno»,ovvero utilizzabile sia in interni che anche per le attività outdoor, perché si scuriscono e schiariscono automaticamente in base all’intensità della luce.

Specifiche per l’età pediatrica e sviluppate per rallentare la progressione della miopia nei bambini fornendo al contempo protezione dalla luce solare intensa, le  lenti da vista fotocromatiche MiyoSmart Chameleon e, accanto a queste, le polarizzate MiyoSmart Sunbird offrono ai ragazzi la libertà di praticare in pieno comfort le attività che più amano sia in interni che in esterni, proteggendo la loro visione e continuando, sempre, il trattamento per la gestione della miopia grazie all’innovativa tecnologia D.I.M.S. (Defocus Incorporated Multiple Segments) con cui sono progettate. Tecnologia distintiva delle lenti da vista MiyoSmart Hoya chiare, fotocromatiche e polarizzate.

Le lenti MiyoSmart chiare dal 2020 soddisfano in Italia oltre 40.000 giovani miopi con ottimi risultati (la progressione della miopia rallenta in media del 60%). L’efficacia è dimostrata da uno studio clinico di 2 anni e follow-up fino a 6 anni i cui risultati sono pubblicati su importanti riviste scientifiche. La lente è stata inoltre oggetto del primo studio italiano sull’occhio caucasico, che ne ha nuovamente confermato l’efficacia nella gestione della miopia.

«La vista dei bambini merita di essere protetta. Agendo oggi, diamo loro maggiori opportunità domani» dichiara Maurizio Veroli, Amministratore Delegato di Hoya Italia.«Il nostro impegno è volto a sensibilizzare l'opinione pubblica sul crescente fenomeno globale della miopia nei bambini e nella ricerca e sviluppo di soluzioni che possano aiutarli. Le nuove tecnologie messe a punto da Hoya vanno in questa direzione e nascono dal confronto continuo con ricercatori, professionisti della visione e classe medica, interlocutori imprescindibili» conclude Veroli.

Consigli da seguire

Oltre a utilizzare le lenti giuste per garantire la protezione degli occhi dei bambini è bene cambiare le abitudini quotidiane dei nostri ragazzi alternando gli impegni scolastici con passeggiate all’aria aperta: bastano 40 minuti al giorno all’aperto per ridurre l’incidenza della miopia del 20%.

Evitare esposizioni prolungate a videogame, smartphone, tablet, tv e computer: limitarle a massimo 2 ore al giorno complessivamente privilegiando le attività sportive

Consultare sempre l’oculista laddove si sente l’esigenza di approfondire alcune tematiche relative alla vista dei bambini: non improvvisare.

 

Video Salute

FonteHoya

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...