HomeNewsMinir, il verme robot che rimuove i tumori

Minir, il verme robot che rimuove i tumori

Sanihelp.itScheletri indossabili, microchip inseriti nel cervello per controllare tecnologie hi-tech, minuscoli vermi robot che rimuovono i tumori. Sembra un film di fantascienza ma è tutto reale: questi ritrovati sono stati presentati quest’anno al BioRob di Roma, la International Conference on Biomedical Robotics and Biomechatronics.

Uno dei protagonisti indiscussi di questa edizione è stato Minir (Minimally-Invasive Neurosurgical Intracranial Robot), un robot vermiforme guidato dal chirurgo grazie a un joystick e seguito in tempo reale su di una mappa digitale fornita dalla risonanza magnetica.

Sviluppato da Jean Marc Simard (neurochirurgo specializzato nel trattamento di tumori cerebrali mediante tecniche di microchirurgia robot-assistita e professore all'università del Maryland) Minir è nato per ovviare alla difficoltà di raggiungere il tumore senza danneggiare i tessuti cerebrali circostanti e per sviluppare una nuova modalità che permetta di avere immagini continue della procedura intracranica.

Testato per ora su cavie animali, nella fase di sperimentazione è arrivato a rimuovere il 95% delle masse tumorali profonde prese in esame “e il restante 5% – aggiunge Simard – è quel sottilissimo strato tumorale che in neurochirurgia è considerato inamovibile, pena il danneggiamento della parte sana della materia cerebrale”.

Dati gli ottimi risultati, la sperimentazione sull'uomo dovrebbe partire fra tre, massimo cinque anni.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...