HomeNewsI costituenti del peso

I costituenti del peso

Sanihelp.it – L'aspetto più eclatante della gravidanza è senza ombra di dubbio l'aumento di peso che si realizza progressivamente nel corso dei nove mesi di gravidanza. Non da meno in termini di evidenza è la differenza dell'incremento ponderale nelle diverse esperienze, giacché si può andare da incrementi assolutamente contenuti (una decina di chili) ad aumenti francamente inaccettabili (decine di chili), il tutto per dare alla luce un bambino spesso dal peso non così differente.
Ma da cosa è costituito l'elenco delle voci al capitolo “peso in gravidanza”?
Forse non tutte le future mamme sanno che pressoché indipendentemente dal peso del bambino in arrivo (mediamente 3.500 grammi) gli altri chili arrivano da:
placenta e liquido amniotico (circa 1,500 grammi);
adeguamento dimensionale dell'utero (circa 1000 grammi);
aumento delle ghiandole mammarie (circa 500 grammi);
aumento del sangue circolante (circa 500 grammi).
Il resto deriva dall'inevitabile ritenzione idrica (circa 2000 grammi) ma soprattutto dall'aumento del tessuto adiposo, lo stesso tessuto adiposo che con tanta fatica e incertezza di risultati si cercherà di eliminare da lì a qualche mese.

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...