HomeNewsCapo arrogante: aumenta il rischio di infarto nei dipendenti

Capo arrogante: aumenta il rischio di infarto nei dipendenti

Sanihelp.it – Secondo una ricerca svedese condotta su tremila uomini esiste un collegamento tra scarse doti di leaderhip del capo e rischio cardiocircolatorio dei dipendenti. Un capo arrogante quindi crea una situazione di stress nell’ambiente lavorativo e aumenta in modo concreto il rischio di infarto nei suoi sottoposti.

Lo studio, pubblicato su Occupational and Environmental Medicine, afferma che sentirsi svalorizzati al lavoro può causare stress e generare quindi o potenziare comportamenti dannosi: fumare, bere, mangiare in maniera disordinata, prima causa del rischio cardiaco.

I ricercatori del Karolinska Institute e dell’Università di Stoccolma hanno studiato per una decina di anni uomini tra i 19 e i 70 anni, impiegati nella zona di Stoccolma, riscontrando 74 casi di infarto, angina acuta e ischemia mortale. Le persone più a rischio ritenevano avere un capo impreparato e molesto:e le più colpite da malattie cardiocircolatorie sono risultate le persone che lavoravano in queste condizioni da almeno quattro anni.

Video Salute

Fonteagi

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...