HomeNewsVero e falso sulla dieta della neomamma

Vero e falso sulla dieta della neomamma

Alimentazione in allattamento

Sanihelp.itLe coliche gassose sono causate da ciò che la mamma ha mangiato. FALSO.
Le cause delle coliche gassose non sono ancora del tutto note. Si sa, però, che anche i bambini allattati con il biberon ne soffrono e che i sintomi si scatenano in momenti definiti della giornata (come la sera e la notte), senza alcun collegamento con l’alimentazione materna.

I cibi più buoni e gustosi sono quelli che provocano al bimbo aria e gonfiori. FALSO.
Neppure questo è scientificamente provato. Anzi, è molto importante che le donne, dopo gli sforzi del parto e durante la fase faticosa dell’allattamento, si gratifichino con i piaceri della tavola, con moderazione naturalmente.

Quando il neonato rifiuta il seno voltando la faccia, la mamma ha mangiato qualcosa che ha modificato il sapore del latte: VERO.
Può succedere con i cibi dal sapore forte: aglio, asparagi, cavolfiore, broccoletti… Non esiste una lista nera di alimenti da evitare, ogni caso è diverso quindi non resta che osservare il comportamento del bambino dopo l’ingestione di alcuni alimenti, ed eventualmente eliminarli o ridurli.

In allattamento è bene seguire una dieta ipocalorica: FALSO.
Le diete dimagranti andrebbero evitate: liberano tossine che si erano depositate nei cuscinetti adiposi e passano nel latte materno, inoltre riducono le energie della madre, così importanti per formare latte a sufficienza e di qualità.

L’appetito della neomamma può diminuire: VERO.

Per vincere l’inappetenza tipica del post-parto è utile avere sempre una scorta pronta di frutta fresca e verdura cruda, oppure optare per cibi semplici e leggeri che non richiedono preparativi, come gli yogurt o i mix di frutta secca.

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...