HomeNewsColiche, che dolore!

Coliche, che dolore!

Crisi di pianto intense e prolungate

Sanihelp.it – Quando si parla di coliche ci si riferisce a crisi di pianto intense e prolungate, inspiegabili, che possono presentarsi nei neonati nei primi 3-4 mesi di vita, generalmente dal tardo pomeriggio alle prime ore della notte.

La comparsa di coliche gassose è un evento piuttosto frequente nei neonati e rappresenta spesso una preoccupazione per molti genitori che non sanno come comportarsi quando il pianto diventa inconsolabile. I bambini con le coliche scoppiano a piangere all’improvviso e piangono in maniera incontrollabile e continua, il viso diventa arrossato, l’addome teso e le gambe flesse sulla pancia; a volte il neonato si irrigidisce e si contorce, emettendo gas dall'intestino. Quando si riscontrano questi segnali è bene anzitutto consultare il pediatra che escluderà problemi per malattie più gravi.

Di seguito alcuni semplici accorgimenti che possono temporaneamente dare sollievo al piccolo:
Allattarlo può servire a rassicurarlo e tranquillizzarlo; se il bambino è allattato al seno, assicurarsi che la posizione sia corretta in modo da evitare che ingurgiti aria.

– Assicurarsi che l’ambiente sia molto familiare e tranquillo, cercando di ridurre al massimo gli stimoli esterni come la luce o rumori forti.

– Con la massima calma consolare e cullare affettuosamente il piccolo con movimenti ritmici; anche salire e scendere le scale può essere utile.

– Praticare eventualmente un leggero massaggio alla pancia (addome) che, oltre a favorire il rilassamento, può aiutare il bambino a liberare l’aria.

– Se il bimbo gradisce il bagnetto si può cercare di farlo durante il momento critico perché l’acqua tiepida aiuta a rilassare l’addome e la muscolatura.

– Si possono proporre al neonato infusi di camomilla, finocchio o melissa, non zuccherati, perché gli zuccheri possono favorire la fermentazione della flora batterica e quindi la produzione di aria addominale e introducono a una cattiva prassi alimentare.

– Verificare insieme al pediatra che nella dieta non ci sia qualche alimento che favorisca l’insorgenza di coliche.

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...