HomeSalute BenessereSaluteVitamina D in gravidanza: si, grazie

Vitamina D in gravidanza: si, grazie

Sanihelp.it – I neonati spesso manifestano la presenza di chiazze di eczema atopico già subito dopo la nascita.

Si tratta di una condizione infiammatoria della cute, decisamente in aumento negli ultimi decenni.
In uno studio pubblicato sulla rivista British Journal of Dermatology ricercatori  dell'Università di Southampton Medical Research Council Lifecourse Epidemiology Center e del NIHR Southampton Biomedical Research Center, hanno realizzato uno studio   randomizzato e controllato su più di 700 donne, suddivise in due gruppi.

Le donne del gruppo 1 hanno assunto 1000 unità internazionali (UI) di vitamina D al giorno, a partire dalla 14.ma settimana di gestazione fino al momento del parto.

Quelle del gruppo 2, invece, hanno assunto placebo.

Si è visto che i bambini nati dalle donne che avevano assunto la supplementazione e che erano stati allattati al seno per almeno un mese erano i meno esposti allo sviluppo dell’eczema atopico.

L’effetto protettivo non si estende oltre i 12 mesi, perché sono troppi i fattori che possono incidere sulla manifestazione dell’eczema.

 Il fatto che il maggior beneficio nella riduzione della comparsa di eczema atopico suggerisce che la vitamina D integrata per bocca, passi nel latte materno.

Questo studio rientra nel più ampio studio MAVIDOS  che si pone l’obiettivo di indagare sull’osteoporosi materna. Sempre lo studio MAVIDOS ha evidenziato che la supplementazione di vitamina D in gravidanza si riflette positivamente sulla densità ossea del bambino fino a 4 anni.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...