Advertisement
HomeSalute BenessereSaluteMal di gola, come lo curano gli italiani?

Mal di gola, come lo curano gli italiani?

Malanni di stagione

Sanihelp.it – La gola brucia, fa male, è in fiamme. E cosa fanno allora gli italiani? Una ricerca realizzata da EMG Different ha interpellato un panel di farmacisti per capire e interpretare l’evoluzione degli Italiani nella cura del mal di gola.


Scopriamo così che per la scelta del prodotto più adatto per la cura del mal di gola ci si affida agli specialisti della salute, ovvero al consiglio del medico (38%), così come a quello del farmacista (37%), ma anche all’esperienza propria o di terzi (25%).

Nella scelta del rimedio più adatto per rispondere al mal di gola, dall’indagine emerge che per il 94% dei farmacisti la marca ricopre un ruolo importante e NeoBorocillina, in farmacia con il nuovo NeoBorocillina Propolmile+, figura tra i principali brand di riferimento del mercato. E, quando deve decidere il brand, il cliente fa riferimento alla sua esperienza personale (46%), al consiglio del farmacista (42%) e al 36% alla pubblicità. Inoltre, in farmacia si cercano maggiormente prodotti di automedicazione (88% farmaci da banco vs 12% farmaci con prescrizione medica). I principali rimedi rimangono gli spray (78%) e le caramelle/pastiglie per il 72% dei farmacisti.

Rispetto al passato, ben il 98% dei farmacisti italiani ha evidenziato la tendenza a intervenire ai primi sintomi. Una nuova evoluzione raccontata anche dal dottor Paolo Petrone, Dirigente medico ORL – Ospedale CTO, Bari. «Il mal di gola è uno dei disturbi più comuni che colpisce la popolazione. Virus, batteri, allergie, fumo di sigaretta, smog, risalita di succhi acidi gastrici verso la gola contribuiscono ad erodere e infiammare la barriera epiteliale che difende la nostra gola».

«E a quel punto basta poco, con l'arrivo del primo freddo e dei primi sbalzi di temperatura corporea, a scatenare quel fastidioso e insopportabile dolore della gola che tutti hanno provato almeno una volta nella vita e che può anche causare tosse, abbassamento della voce, dolore ad ingoiare. Questo ruolo da frontman dei farmacisti non ci deve sorprendere. Basti pensare che proprio le più importanti istituzioni sanitarie internazionali evidenziano quanto sia importante il ruolo da guida dei farmacisti. Il farmacista non ha solo l’importante compito di dare consigli al paziente e aiutarlo a migliorare il suo mal di gola, ma al tempo stesso svolge un importante ruolo di filtro, evitando l’uso dell’antibiotico quando non prescritto dal medico» conclude l’esperto.

I farmacisti sono concordi al 94% nel dire che i clienti tendono a scegliere e richiedere maggiormente prodotti naturali per affrontare il mal di gola perchè le persone potrebbero reputarli con meno effetti collaterali (36%), e per il 16% si sentono più sicuri a usarli.

Nella composizione dei rimedi naturali, importante per il cliente la presenza della propoli e del miele, ritenuti efficaci rispettivamente al 92% e al 74%; una tendenza confermata se si parla in particolar modo di bambini e anziani, i due target più fragili della popolazione.

«Quando i primi rimedi casalinghi come succo di limone, tisane bollenti e latte caldo non raggiungono i risultati sperati, i pazienti ricorrono proprio all'aiuto del farmacista per trovare rimedi più seri ed efficaci» speiga l’esperto.

«Fortunatamente la scienza farmaceutica ci mette a disposizione prodotti a base di sostanze naturali come propoli e miele di cui la letteratura scientifica medica parla moltissimo. Prodotti sicuri, che possono essere usati anche da bambini e anziani, e che, senza essere dei veri e propri farmaci, hanno un importante ruolo antibatterico, e aiutano a lenire i primi fastidi causati dal mal di gola» conclude il dottor Petrone.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...