Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Pesticidi: i dodici alimenti più contaminati

di
Pubblicato il: 21-06-2012
Sanihelp.it - Mangiare frutta e verdura fa bene alla salute ma aumenta il rischio di esposizione ai pesticidi.

Per non rinunciare a questi alimenti ma consumarli criticamente, l’Environmental Working Group (EWG), organizzazione non profit di Washington, ha pubblicato l'ottava edizione della Shopper’s Guide to Pesticides in Produce, un documento contenente i dati sui livelli di composti chimici tossici presenti su frutta e verdura.

Prima delle analisi, gli alimenti in esame sono stati lavati o sbucciati per verificare i livelli di pesticidi effettivamente ingeriti dai consumatori. Con questi dati sono state stilate due classifiche, la Dirty Dozen Plus™, ovvero i dodici prodotti più contaminati da disinfestanti, e la Clean Fifteen™, contenente i quindici prodotti più sani.

Nella sporca dozzina troviamo al primo posto le mele, seguite da sedano, peperoni rossi, pesche, fragole, pesche noci, uva, spinaci, lattuga, cetrioli, mirtilli e patate. A questi vanno aggiunti poi i fagiolini e i cavoli.
Nell’elenco dei quindici virtuosi troviamo al primo posto la cipolla seguita da mais, ananas, avocado, cavoli, piselli, asparagi, mango, melanzane, kiwi, melone, patate dolci, pompelmo, anguria e funghi.

Dovremmo quindi rinunciare a pesche, fragole e uva? Non necessariamente. Gli studiosi consigliano di acquistare alimenti provenienti da agricoltura biologica e, in ogni caso, lavare bene o sbucciare ciò che stiamo per mangiare.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
EWG's 2012 Shopper's Guide to Pesticides in Produce

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti