Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Fare sport fa bene, e si vede!

di
Pubblicato il: 12-02-2014
Sanihelp.it - Che un piano mirato di attività fisica, sviluppato ad hoc a seconda di parametri personali tra cui livello di preparazione ed età, faccia bene alla salute, è un dato oramai accertato. Uno stile di vita sedentario, infatti, è tra le principali cause dell'obesità, che a sua volta è fonte di alcune delle patologie oggigiorno più diffuse del pianeta, come il diabete ed il colesterolo. L'accumulo di grasso corporeo, dunque, è tra le ragioni principali della riduzione dell'aspettativa di vita individuale: per scongiurare questo pericolo, ogni medico consiglia ai propri pazienti di fare un po' di ginnastica ogni giorno, di modo da mantenersi in linea e ridurre i rischi di malattie cardiovascolari.

Ciò che finora invece era ritenuto largamente meno scontato sono i benefici che lo sport può produrre sulla vista. È quanto emerge da uno studio dei ricercatori della Emory University, pubblicato in questi giorni sulla rivista specializzata Journal of Neuroscience. Questi esperti hanno sottoposto dei topi di laboratorio ad un programma di attività fisica intensa: un'ora di corsa al giorno per cinque giorni alla settimana, protratto per quattro settimane. Al termine di tale preparazione atletica, hanno poi proiettato un flash di luce forte negli occhi delle cavie, di modo da produrre una degenerazione retinica, scoprendo che i topi che avevano concluso brillantemente i test fisici sul tappeto scorrevole subivano meno danni alla vista rispetto a quelli inattivi. La ginnastica non solo aveva provveduto a proteggere dunque la retina di quelli in forma, ma veniva persino riscontrato negli occhi di questi ultimi un fattore di crescita, la BDNF, molecola deputata a proteggere le cellule nervose.

Tale studio risulta dunque importante non solo perché per primo è riuscito a dimostrare una correlazione tra stile di vita non sedentario e minori danni alla vista, ma anche perché suggerisce che lo sport potrebbe diventare un fondamentale fattore di rallentamento della degenerazione retinica in caso di maculopatia, patologia diffusa soprattutto tra gli anziani che colpisce la macula, vale a dire la zona della retina addetta alla visione centrale distinta. Un programma di allenamento mirato e personalizzato, dunque, potrebbe scongiurare una malattia che porta ad un forte calo della vista, oltre a rappresentare un valido aiuto per contrastare l'insorgere di patologie cardiovascolari.  
FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Emory University, Journal of Neuroscience

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?

Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti