Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dieta e sesso: i cibi che uccidono la libido

di
Pubblicato il: 13-03-2015

Sanihelp.itSovente i piaceri della tavola sono stati accomunati a quelli del sesso: è innegabile come certi alimenti rappresentino una specie di orgasmo per il nostro palato. Sul rapporto tra dieta e sessualità, tra l'altro, la comunità scientifica ha prodotto numerosi studi, onde andare a scovare i cibi che stuzzicano in maniera più efficace la nostra libido, migliorando al contempo le prestazioni da letto: è così che abbiamo scoperto come, per esempio, le ostriche e le cozze possano essere considerati come afrodisiaci naturali, a causa del contenuto di zinco al loro interno, elemento essenziale per la salute dell'organo riproduttivo, o come il peperoncino aiuti l'erezione aumentando l'afflusso di sangue ai genitali.

Tuttavia non è frequente sentir parlare di alimenti anti-afrodisiaci: ovvero sia prodotti che, se assunti, sono capaci di uccidere il desiderio. L'esperta Elouise Bauskis, chiamata in causa dal quotidiano britannico Daily Mail, ha voluto stilare una specie di classifica dei cibi da evitare in maniera tassativa se ci si sta preparando ad una notte bollente: poiché la seduzione non inizia in camera da letto, bensì in cucina. E in cucina, secondo la nutrizionista intervistata, meglio non fare entrate la carne rossa: se ben presentata può anche sembrare un alimento sexy, ciò nonostante può provocare gonfiore, sensazione di pienezza e letargia. Decisamente tre reazioni che mal si coniugano con la passionalità.

Se può risultare piuttosto scontato trovare tra i cibi che uccidono la libido i fagioli, per le note reazioni di meteorismo che producono, buone per scatenare qualche risata ma assolutamente fuori luogo durante momenti intimi tra le lenzuola, può stupire la citazione della liquirizia e della menta piperita, che sembra possano provocare un calo della secrezione di testosterone: altri nemici dell'ormone della mascolinità per eccellenza sono tofu e soia, a causa dei fitoestrogeni contenuti al loro interno. Formaggi e farina d'avena riempiono oltremodo: assolutamente banditi. Attenzione anche alla cioccolata: approvata solo quella fondente dal 70% in su.

I fast food, per l'atmosfera da cui sono caratterizzati, non rappresentano certo la prima scelta per una coppia che voglia festeggiare San Valentino: e anche il cibo non è certo stimolante a livello sessuale. L'hot dog, per esempio, nonostante la forma piuttosto fallica, può ostruire le arterie, anche quelle delle parti intime; mentre le patatine fritte, elaborate e dall'indice glicemico elevato, contribuiscono a fornire una sferzata di energia nel breve periodo, ma nel lungo rischiano di causare un crollo verticale nel dopocena. Sotto accusa anche cibi notoriamente salutari e benefici come i broccoli, a causa dell'odore che sprigionano non esattamente afrodisiaco, e i cibi in scatola: le conserve della nonna lasciatele dunque per i vostri amici.

Veniamo infine alle bevande. Solitamente, durante le cene romantiche, la scelta ricade sul vino rosso: perfetto per rompere il ghiaccio, lasciarsi andare e scrollarsi di dosso qualche malsana inibizione, ma se non volete far cilecca e addormentarvi sul più bello meglio non esagerare nelle quantità. L'acqua tonica contiene come aromatizzante il chinino: utilissimo se sospettate di soffrire di malaria, un po' meno per quel che riguarda le capacità sessuali, che risultano notevolmente diminuite in seguito alla sua assunzione. Menzione particolare anche per le bevande energetiche, ad alto contenuto glicemico e ricche di sostanze stimolanti: palpitazioni e tachicardia tra gli effetti collaterali riconosciuti. Avere un cuore che batte forte potrà anche sembrare romantico, ma è del tutto inadeguato a livello prettamente carnale.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Daily Mail

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti