Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Trapianti di fegato, nuovo Osservatorio in Toscana

di
Pubblicato il: 19-04-2006
Sanihelp.it - Le cirrosi epatiche in Italia possono essere considerate una vera e propria emergenza, che colpisce almeno un milione di persone a seguito di infezioni da epatite, alcolismo o malattie autoimmuni.

Per loro, spesso il trapianto di fegato è l’unica possibilità di cura.
Tuttavia, affinché questa opzione terapeutica abbia successo, è fondamentale che l’intervento venga eseguito nei tempi giusti, cioè quando la malattia non è troppo avanzata e il paziente è in condizione di affrontare al meglio il trapianto.

Per permettere questo, è stato attivato in Toscana L’Osservatorio Toscano dei Potenziali Candidati al Trapianto di fegato, una rete di medici di medicina generale e di specialisti ospedalieri di tutte le Unità Operative di Gastroenterologia, Epatologia e Malattie Infettive delle Aziende Sanitarie ed Aziende Ospedaliere toscane, coordinati dall’Unità Operativa di Trapiantologia Epatica dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria Pisana.

Voluto dall’Organizzazione Toscana Trapianti nell’ambito della creazione delle Reti Regionali di Trapianto (fegato, cuore, rene, polmone, pancreas), l’Osservatorio ha come obiettivo la cura e il monitoraggio dei pazienti cirrotici al fine di conoscere l’avanzamento della malattia, fattore fondamentale per l’inserimento in lista ed esecuzione del trapianto.

I pazienti affetti da cirrosi vengono indirizzati dal medico di medicina generale verso le UUOO Specialistiche Ospedaliere presenti in ogni Azienda Sanitaria o Ospedaliera della regione Toscana.
In questi centri, gli Specialisti valutano lo stadio della malattia e le condizioni dei pazienti, ed effettuano controlli mensili per valutare la progressione della malattia, diagnosticare precocemente l’eventuale comparsa di epatocarcinoma e offrire l’integrazione di opzioni terapeutiche diverse ed efficaci.

I dati sullo stato del paziente vengono poi raccolti in una scheda e inviati periodicamente alla U.O. di Trapiantologia Epatica dell’Ospedale Cisanello. I pazienti con una malattia più avanzata vengono sottoposti anche ad una visita annuale presso il centro trapianti e inseriti quando necessario nelle liste d’attesa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti