Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Tra vento e mare

Windsurf: mente serena e sorriso sulle labbra

di
Pubblicato il: 11-07-2008

Abbiamo chiesto a Michele Dell'Anna, istruttore di windsurf un po' di curiosità su questa splendida disciplina. Scopritene con noi tutta la bellezza e la ricchezza in questa intervista

Sanihelp.it - Il windsurf ha un fascino magico. Chiacchierando con Michele Dell’Anna, istruttore di windsurf della Dynamic Sporting Club Vercana, associata a VDWS (Verband Deutscher Windsurfing Watersport Schulen, Associazione delle scuole di windsurf e sport nautici), abbiamo scoperto qualche curiosità su questa disciplina.

Quali sono i benefici del windsurf? Tutti quelli che escono dall’acqua hanno la mente serena e il sorriso sulle labbra. Il windsurf si gioca tra il vento e l’acqua e poter essere il trait d’union tra questi due elementi dona una grande gioia interiore.

Occorrono dei requisiti per fare windsurf? È uno sport per tutti, anche per i bambini. Varia il livello che si può raggiungere. Saper nuotare è fondamentale così come avere acquaticità. Per chi ha poca confidenza con l’acqua spesso è utile creare un piccolo programma ad hoc, che grazie al gioco aiuta a superare le paure.
Il windsurf è inoltre uno sport di testa, non di forza, è quindi adatto anche alle donne.

Cosa occorre per fare windsurf? Occorrono: tavola, muta, scarpe, salvagente e rig proporzionato alle capacità e alle possibilità individuali. Il tutto è fornito dalla scuola.

Come funziona il corso? Il corso prevede prima una parte in spiaggia, in cui si impara la nomenclatura dei materiali: sapere i termini tecnici è fondamentale per questa disciplina. Creiamo poi un programma che proceda per obiettivi e che coinvolga gruppi omogenei. Le lezioni infatti si svolgono in gruppi da 4 o 5 persone, ma è anche possibile fare lezioni individuali e personalizzate, a seconda delle proprie esigenze.

Quanto dura il corso? La durata dipende dal livello che si vuole raggiungere. Diciamo che con 4 ore si può acquisire un po’ di tranquillità; poi se ne possono fare 12 o 20 a seconda dei propri obiettivi.

Il windsurf è uno sport rischioso? Non ci sono rischi. Se si cade si è protetti dal salvagente e comunque cadendo in acqua il rischio di farsi male è molto basso. C’è da precisare che nei livelli alti c’è più probabilità di avere qualche piccolo incidente.

Dove si pratica windsurf in Italia? Nel nostro paese l’ideale sono i laghi che hanno termiche costanti; ne sono un esempio il Lago di Como, quello di Garda e tutto l’Alto Lario.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Redazione Sanihelp.it

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti