Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il buon esempio fin da piccoli

di
Pubblicato il: 16-11-2008

Per evitare problemi di salute nell'età adulta, è indispensabile alimentarsi bene fin dall'infanzia e i genitori giocano un ruolo chiave nell'educazione nutrizionale dei figli

Sanihelp.it - L’età prescolare, 3-5 anni, rappresenta un momento di fondamentale importanza per dare la giusta educazione alimentare ai bambini.
In questa fascia di età, infatti, i bambini imparano a conoscere tutti i tipi di cibi e i comportamenti alimentari che sviluppano dipendono quasi esclusivamente dall’esempio che ricevono dai genitori poiché l’influenza dei fattori ambientali ovvero di scuola, compagni di classe, modelli proposti dalla Tv, subentrano solo successivamente.

I genitori, dunque, devono imparare a stabilire regole e limiti anche per quanto riguarda il cibo: è giusto regolare la disponibilità e l’accessibilità del cibo in casa; è sbagliato indirizzare il bambino verso snacks e dolci se mangia poca pasta o verdura.
Resta fondamentale l’esempio dato dai genitori: spesso i bambini non mangiano o disprezzano gli stessi alimenti che sono rifiutati dagli adulti.

È molto importante, infine, decidere il tempo che il bambino può trascorrere davanti alla Tv: se il bambino viene abbandonato troppo a lungo davanti al televisore è negativo sia perché perde tempo prezioso che potrebbe dedicare all’ attività fisica sia potrebbe «occupare» questo tempo mangiucchiando snacks e caramelle.
Un bambino grasso già a quest’età ha un rischio molto maggiore rispetto ad un bambino della stessa età normopeso, di esserlo anche da adulto.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica)

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti