Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna

Dolore da cancro per sei donne su dieci

di
Pubblicato il: 01-12-2009

Secondo i risultati di una recente ricerca promossa da O.N.Da, la sofferenza fisica ha un pesante impatto sulla qualità di vita delle donne colpite da tumore al seno

Sanihelp.it - Il 43% delle pazienti con tumore al seno ha una sofferenza fisica, mentre il 21% ha sperimentato il dolore in passato, per un totale di oltre sei donne su dieci. Sul fronte della terapia, i farmaci utilizzati si rivelano spesso inefficaci nel controllo della sintomatologia dolorosa, perché non adeguati alla sua reale intensità. Questo quanto emerge da una ricerca promossa da O.N.Da (Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna), con il supporto di Mundipharma. L’indagine è stata condotta su 500 donne con cancro alla mammella e ha voluto sondare la prevalenza del dolore in questa tipologia di pazienti, valutando inoltre l’efficacia dei trattamenti impiegati per alleviare la sofferenza fisica conseguente alla malattia.

Questo il commento di Francesca Merzagora, Presidente di O.N.Da: «Il dolore annienta, abbruttisce, annulla e spezza la volontà della persona. Nonostante la consapevolezza che il dolore, specie quello inutile e quello cronico, sia un nemico da combattere, resta ancora oggi un male invisibile e spesso non riconosciuto, che colpisce circa dodici milioni di donne solo in Occidente».

Come spiega Giuseppe Pellegrini, Docente di metodologia e tecnica della ricerca sociale presso il Dipartimento di Sociologia dell’Università di Padova: «L’indagine che abbiamo svolto ha considerato tre distinte categorie di pazienti (donne sottoposte a mastectomia, donne in chemioterapia o con tumore al seno metastatizzato) perché, in base allo stadio in cui si trova la patologia, il dolore assume caratteristiche differenti e ha un impatto diverso sulla qualità di vita. Il quadro che emerge è piuttosto sconfortante: tra le pazienti mastectomizzate, il 21% ha dolore al momento dell’intervista; tra coloro che seguono una terapia chemioterapica la percentuale sale al 26,4% sino ad arrivare al 64% nelle donne colpite da metastasi.

In scala da 0 a 10, l’intensità del sintomo è pari a otto per un quinto delle pazienti mastectomizzate e per il 17% di quelle in chemioterapia, mentre per il 26% del gruppo con metastasi è pari a cinque».
La sofferenza fisica provocata dal cancro incide negativamente anche sulla psiche e sulle attività quotidiane della donna: in particolare, influisce sul lavoro (25,8%), la capacità di svolgere le faccende domestiche (24%), l’umore (22%) e la deambulazione (17,6%).Circa otto donne su dieci seguono o hanno seguito una cura, prescritta dall’oncologo (81,2% dei casi) o dal medico di famiglia (14,4%). La scelta del farmaco, tuttavia, si rivela di frequente poco appropriata per dosaggio, formulazione e principio attivo.

Marina Garassino, oncologa ricercatrice presso l’Ospedale Fatebenefratelli di Milano, commenta: «Ogni giorno, nei nostri ambulatori di senologia, visitiamo decine di donne con tumore al seno, che devono combattere non solo con la malattia, ma anche con le complicanze a essa correlate. Il dolore è una di queste e l'indagine cui abbiamo partecipato evidenzia come, ancora oggi, spesso non venga trattato in base alla sua reale intensità. In caso di dolore moderato o intenso, infatti, le linee guida internazionali indicano gli oppioidi come farmaci di prima scelta. I dati emersi devono essere un monito per tutti noi medici, affinché questa componente della malattia sia trattata con maggiore attenzione, nel rispetto della dignità di tutte le donne».


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti