HomeBellezzaLa nuova filosofia dello skinimalism

La nuova filosofia dello skinimalism

Tendenze beauty

Sanihelp.it – Hai presente la K-beauty’? La tendenza arrivata qualche tempo fa direttamente dalla Corea suggeriva ì passaggi di cura infiniti e laboriosi per i quali necesstavano mensole traboccanti di cosmetici da usare in successione, stratificare, mescolare. Dimentica tutto questo: la nuova tendenza in tema di cura della pelle procede per il verso opposto sposando la filosofia del less is more. L’ispirazione arriva questa volta dalla N-Beauty scandinava, rigorosa nella sua essenzialità, e dalla Skip-care coreana. Quello che ne nasce è l’approccio veloce e snello allo skin care tanto amato dalle millennials, lo skinimalism, così come lo ha definito Pinterest. Una tendenza di cura secondo la quale bastano pochi trattamenti, scelti attenzione, usati con puntualità, per regalare al viso quell’aspetto naturalmente glam a cui la bellezza di oggi aspira.


All’insegna della fresh-skin

Ci sono però punti fermi a cui non puoi rinunciare se vuoi una pelle sana e vitale. Quello che conta infatti quando si semplifica è tener fede a step chiave per l’equilibrio della cute come la detersione, imprescindibile mattina e sera per liberare i pori dal sebo, dagli eventuali residui di trucco ma soprattutto da smog e impurità che tolgono vitalità e spengono l’incarnato. In questo caso cosa utilizzare mattina e sera è una questione di abitudini e di preferenze personali. Un’acqua micellare risolve la pulizia con semplice precisione mentre per chi preferisce la dolcezza del latte detergente il consiglio è quello di far seguire sempre un passaggio con il tonico.  

Cosa significa ridurre ai minimi termini?

Eliminare il superfluo? Va bene ma c’è sempre il rischio di trascurare l’essenziale. Un’attenzione particolare va riservata alla protezione del viso, in tutte le stagioni, sia dalle radiazioni Uv che dalla luce blu e dallo smog, che suggerisce trattamenti da giorno ad effetto scudo contro le tante aggressioni che accelerano l’invecchiamento. I raggi Uv innanzittutto ma anche gli infrarossi e lo smog che nelle grandi città è un nemico dell’equilibrio e del benessere della pelle, pronto a renderla opaca, spenta e precocemente invecchiata.

L’idratazione resta basilare

L’effetto glow con la sua luce naturale è in testa negli ultimi tempi ai desideri delle donne e trova perfetta corrispondenza nello skinimalism che alla copertura artefatta del make up antepone la cura attenta del viso per risvegliarne la naturale radiosità. Cosa serve in questa direzione? Innanzitutto un’idratazione puntuale e intensiva. Da realizzare con la formula che si preferisce: in crema, siero o spray, l’idratante è il must have per tutte le pelli, anche quelle miste e grasse, per mantenere integra la barriera protettiva e preservare nel tempo morbida freschezza.

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...