Advertisement
HomeFitnessPilates e pancia piatta, le cose da fare (e da evitare)

Pilates e pancia piatta, le cose da fare (e da evitare)

Focus sugli obiettivi

Sanihelp.it – La pancia è uno dei crucci più grandi di uomini e donne. Tanti vorrebbero conquistare una pancia piatta e perfetta, ma sembra essere difficile in tanti casi.


Questo non è vero, e con il Pilates, e le giuste strategie, sarà possibile raggiungere un risultato davvero soddisfacente.

Vediamo, quindi, come fare.

Iniziare dal pre-workout

Una pancia piatta non è solo determinata dall'esercizio, ma anche da ciò che si fa prima.

Uno snack può aiutare ad allenarsi meglio, ma dovrà essere lo snack giusto. Se non avete allergie o intolleranze, potrete optare per la frutta secca: una manciata vi darà l'energia giusta per il vostro allenamento.

Oppure, potrete bere uno shake proteico, evitando il latte nel caso in cui non riusciate a digerirlo.

Creare il giusto allenamento

L'allenamento per la pancia piatta non dovrà concentrarsi solo sul ventre, ma essere completo. Prendete in considerazione la respirazione, l'attivazione dei muscoli e anche la parte posteriore del corpo.

Infatti, il rilassamento del ventre è spesso determinato da problemi posturali che, per essere corretti, dovranno comprendere anche la schiena e i glutei.

Attivare i muscoli

Infine, si pensa che per avere una pancia piatta servano moltissimi addominali. In realtà, meno è meglio, se gli esercizi vengono eseguiti con la giusta attivazione. Ad esempio, nei classici crunch nella posizione di ritorno, si inspirerà e si porterà l'ombelico alla colonna, in modo da attivare due volte i muscoli dell'addome.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...