HomeNewsAllergia: attenzione alle cross-reattività

Allergia: attenzione alle cross-reattività

Sanihelp.it – Per molti primavera fa rima con allergia, l’aria infatti a breve si caricherà di pollini. I problemi però potrebbero insorgere anche a tavola. Gli allergici ai pollini devono anche fare attenzione alle cross-reattività: alle allergie che alcuni pollini possono scatenare in chi ingerisce certa frutta e verdura.

La spiegazione arriva dalla dottoressa Lucia Testoni e dal dottor Massimo Giorgino, specialisti in Allergologia e Immunologia Clinica, presso l’Unità Operativa Humanitas di Rozzano (Mi).
«È frequentemente rilevata una cross-reattività tra pollini di alcune famiglie e vari alimenti vegetali. Il contatto con alcuni alimenti vegetali in pazienti allergici ad alcune famiglie di pollini può determinare una sindrome orale allergica con fenomeni irritativi a labbra e cavo orale: il sintomo più comune è rappresentato dal prurito al palato, ma può comparire anche gonfiore delle labbra. Tra le cross-reattività più frequenti quella tra mela e betulla che si osserva nel 30-70 per cento dei pazienti allergici a pollini di betulla».

Eccone altre:
– graminacee con frumento, arancia, prugna, pesca, albicocca, ciliegia, kiwi, mandorla, pomodoro, arachide;
– parietaria con basilico, pisello, melone, pistacchio;
– betulacee con mela, pera, fragola, lampone, prugna, pesca, albicocca, ciliegia, mandorla, sedano, finocchio, carota, prezzemolo, kiwi, arachide, noce, nocciola.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...