HomeNewsAnziani: mangiare pesce allunga la vita

Anziani: mangiare pesce allunga la vita

Sanihelp.it – Gli anziani che consumano almeno due volte alla settimana pesci grassi ricchi di omega 3 avrebbero benefici sulla longevità, con un aumento di vita di almeno 2,2 anni. I pesci consigliati sono: tonno, salmone, sgombro, aringhe, sardine e acciughe.

A renderlo noto, i ricercatori della Harvard School of Public Health e dell'Università di Washington con una ricerca pubblicata su Annals of Internal Medicine. Spiegano gli autori: «Gli anziani che hanno le maggiori quantità di acidi grassi omega 3 nel sangue, presenti soprattutto nei pesci grassi, vivono in media 2,2 anni di più rispetto agli altri; mangiando pesce si può arrivare ad abbattere il rischio di mortalità fino al 27% e il rischio di morte per patologie cardiache del 35%».

«Sebbene mangiare pesce sia già considerato parte integrante di una dieta salutare, pochi studi avevano osservato i livelli di omega 3 nel sangue negli anziani e la correlazione con malattie e sopravvivenza. La nostra scoperta conferma l'importanza di introdurre adeguate quantità di omega 3 per la salute del sistema cardiovascolare e suggerisce anche che il consumo in tarda età possa allungare gli anni che restano da vivere», sottolinea Dariush Mozaffarian, a capo della ricerca. 

Ultime news

Storie di profumi

No alcol in gravidanza

Gallery

Lo sapevate che...