Advertisement
HomeNewsEpilessia non significa malattia mentale

Epilessia non significa malattia mentale

La Lega Italiana Contro l'Epilessia sottolinea come l'epilessia non sia una malattia mentale; evidenzia però come i soggetti con epilessia possano trovarsi in una condizione di disagio psichico. Vediamo perché.


Epilessia non è sinonimo di malattia mentale. In seguito a una diagnosi di epilessia però il paziente deve fronteggiare svariate problematiche psico-sociali che di frequente comportano sintomi ansioso-depressivi i quali, a loro volta, possono anche rischiare di divenire preponderanti rispetto alla patologia di base.

L’individuo deve accettare questa patologia, che al di fuori delle crisi, può essere compatibile con un completo benessere fisico. Egli deve aderire energicamente alle cure che gli sono state prescritte, con un atteggiamento attivo e improntato all’ottimismo sulle prospettive di guarigione. Nei bambini va considerato il possibile effetto negativo dell’iperprotezione familiare e delle possibili discriminazioni in ambiente scolastico, così come negli adulti gli ostacoli frapposti a una corretta integrazione sociale per il radicato pregiudizio e la scarsa informazione sulla malattia.

Le persone interessate da epilessia si trovano quindi spesso in una condizione di disagio psichico da considerare come un effetto
collaterale della malattia stessa. L’epilettologo in genere non è preparato ad affrontarlo e quindi un adeguato sostegno psicologico non può essere che auspicabile, a patto che tra il medico e lo psicoterapeuta ci sia collaborazione e scambio continuo di informazioni.

Particolarmente utili, come in tutte le malattie croniche, sono i gruppi di selfhelp (auto-aiuto) costituiti dai pazienti stessi o dai loro familiari, che si riuniscono tra di loro per confrontare i problemi e tentare di risolverli insieme. Questa modalità di mutuo soccorso tra pazienti e familiari è molto diffusa all’estero e andrebbe stimolata anche nel nostro Paese, dove invece è molto difficile convincere i pazienti, soprattutto quelli con epilessia, a discutere pubblicamente del proprio disturbo e di tutte le sue implicazioni.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...