HomeSalute BenessereTumoriI rischi della TOS e dei contraccettivi orali

I rischi della TOS e dei contraccettivi orali

Tumore al seno

Sanihelp.it – La Terapia Ormonale Sostitutiva (TOS) è in genere consigliata alle donne per il trattamento dei sintomi della menopausa. La TOS infatti attenua i sintomi, mantiene la densità ossea nelle donne in post menopausa e riduce il rischio di fratture causate dall’osteoporosi durante il periodo di somministrazione della cura.

In base ai dati emersi da diversi studi (Women’s Health Initiative e Million Women Study) esiste un legame molto evidente tra TOS e rischio di sviluppare un tumore al seno. Il Million Women Study ha osservato che, all’atto del reclutamento, le donne che già utilizzavano abitualmente la TOS erano più soggette delle altre a sviluppare un tumore al seno. Entrambi gli studi indicano che il rischio di tumore al seno aumenta proporzionalmente all’estensione del periodo di somministrazione della TOS. Prima di sottoporsi alla TOS ogni donna dovrebbe discuterne con il proprio medico, valutandone rischi e benefici. Inoltre, è bene verificare periodicamente con il proprio medico se la cura che si sta seguendo continua a essere la scelta migliore. La TOS è controindicata alle donne che hanno già avuto un tumore al seno, perché aumenta il rischio di recidiva.

Secondo una valutazione dei rischi di tumore relativi all’utilizzo di contraccettivi orali effettuata dalla IARC «esistono prove sufficienti a dimostrare gli effetti cancerogeni dei contraccettivi orali estroprogestinici. È stato infatti osservato un aumentato rischio di tumore al seno nelle donne che li utilizzano abitualmente rispetto a quelle che hanno appena iniziato ad assumerli».

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...