Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cure dolci

Trattare la Fibromialgia con la riflessologia

di
Pubblicato il: 29-11-2016

Utilizzare i punti riflessi per ridurre il dolore e gli altri sintomi di questa sindrome, ancora poco conosciuta e trattata spesso solo dopo molti anni di problemi e sofferenze

Trattare la Fibromialgia con la riflessologia © Thinkstock

Sanihelp.it - Una patologia ancora poco conosciuta e dalle caratteristiche che, però, possono portare chi ne soffre a non poter svolgere normalmente le attività quotidiane. Si tratta della fibromialgia, una malattia che causa dolore diffuso nel corpo e comporta la presenza di di molti altri sintomi invalidanti.

Il termine Fibromialgia, infatti, sta ad indicare quella condizione per la quale la tensione muscolare aumenta e rimane costante, causando dolore, stanchezza e molte altre difficoltà fisiche e anche psicologiche.

Le terapie per questa patologia sono spesso somministrate in ritardo, in quanto molti medici non riconoscono immediatamente la sua presenza e tendono ad attribuire la sintomatologia anche solo a disturbi di tipo psicosomatico. Inoltre, si tratta comunque di interventi che mirano alla riduzione dei sintomi e non ad una cura definitiva per il disturbo.

Per questo motivo anche le terapie chiamate alternative possono aiutare, come la riflessologia plantare.

Se, infatti, il paziente lamenta la presenza di un dolore costante, non vorrà spesso essere direttamente toccato nelle aree problematiche, come gambe, braccia e schiena. La riflessologia, però, consente di operare proprio secondo lo schema dei punti riflessi, non determinando la necessità di ricorrere al massaggio diretto del resto del corpo.

L'operatore che si dedicherà a questo trattamento di riflessologia potrà, in primo luogo, realizzare un massaggio rilassante ai piedi, in grado di distendere il corpo e la mente del massaggiato. E poi, grazie al confronto con il paziente, potrà anche agire sulle aree più problematiche, andando ad applicare il trattamento riflessologico.

Per poter essere efficace, questo tipo di trattamento richiederà inizialmente almeno una seduta alla settimana, potendo, dopo un paio di mesi, diradare gli appuntamenti.

In questo modo si creerà un circolo virtuoso che porterà il paziente a stare meglio e anche a poter svolgere con maggiore facilità le attività quotidiane.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Stefania D'Ammicco

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.67 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti