HomeNewsCannabis a 16 anni per l'11,1% dei ragazzi italiani

Cannabis a 16 anni per l’11,1% dei ragazzi italiani

Sanihelp.it – Secondo i dati diffusi dall’Osservatorio europeo delle droghe e tossicodipendenze, in media nell’ultimo mese il 4,5% dei quindicenni e l’11,1% dei sedicenni italiani ha consumato cannabis.
Silvia Zanone, del Dipartimento politiche antidroga precisa che la media europea è dell’11% a 15-16 anni.
E non solo cannabis: anche cocaina, anfetamine ed ecstasy.

Gli esperti registrano anche «la grande richiesta da parte dei genitori di Nord, Centro e Sud Italia dei test per capire se i figli hanno fatto uso di cocaina, anfetamina, metanfetamina, marijuana e oppiacei».
Sottolinea però Giovanni Serpelloni, capo del Dipartimento politiche antidroga: «La richiesta dei test fai da te è diffusa in tutto il Paese. Ma la diagnosi precoce non può essere lasciata al fai da te o assegnata alla famiglia. Si tratta di analisi complesse, proprio come le possibili conseguenze di una scoperta di positività. Scoprire presto che il proprio figlio si droga è utile per mettere fine al problema in tempi rapidi. Ma questi test vanno fatti in ambulatorio, filtrati e gestiti da esperti. E soprattutto su base volontaria. Il ragazzo deve essere d’accordo, anche perché in questi casi un rifiuto è già una risposta».

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...