Advertisement
HomeSalute BenessereAggiungi la cannella ai tuoi piatti

Aggiungi la cannella ai tuoi piatti

Benefiche spezie

Sanihelp.it – Originaria dello Sri Lanka,  conosciuta e apprezzata sin dall’antichità, citata persino nella Bibbia, la cannella è una delle spezie più preziose tanto da meritarsi il titolo di »spezia dei re». Il suo valore, che un tempo veniva comparato a quello dell’oro, è stato confermato oggi da molte ricerche scientifiche che hanno evidenziato le tante virtù che fanno della cannella un aiuto prezioso non solo in cucina ma anche per la salute e il benessere dell’organismo.


Favorisce la digestione

Parlando della sue proprietà si può partire da quelle note sin dall’antichità che riguardano innanzitutto la capacità di questa spezia di intervenire positivamente sull’apparato digestivo e intestinale favorendo la digestione, contrastando la nausea, anche quella dovuta al movimento in auto o in nave, stimolando il lavoro dell’intestino e attenuando crampi e dolori.

Stimola la circolazione

Ha in più un potere antinfiammatorio e può essere utile per allentare dolori dovuti all’artrite ma anche un semplice mal di testa, oltre a contribuire a ridurre edema e gonfiore. Se aggiungere un po’ di cannella ai piatti può essere sicuramente utile contro la cellulite, sbagliato credere che si tratti di un elisir per dimagrire: migliora in ogni caso il metabolismo dei grassi e soprattutto è utile con il suo aroma a calmare la fame nervosa, spesso responsabile del fallimento di molte diete.

Contrasta l’invecchiamento

Dopo molti studi comparativi eseguiti su ventisei tra spezie e aromi comunemente usati in cucina, la cannella è risultata vincente per quanto riguarda il potere antiossidante superando persino aglio e origano. Merito dell’alto quantitativo di polifenoli che aiutano a contrastare l’aggressione dei radicali liberi e il conseguente invecchiamento dell’organismo.

Protegge il sistema cardiocircolatorio

Ha la capacità di ridurre il colesterolo cattivo aumentando invece quello buono a tutto vantaggio della salute dell’apparato cardiocircolatorio. Di recente è stata portata l’attenzione poi sulla proprietà di controllare la glicemia e di ridurre la resistenza dell’organismo all’insulina con effetti positivi sia sul controllo del diabete sia come prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Contrasta virus, funghi e batteri

Nel Medioevo, in tempi dove la refrigerazione non esisteva,  la cannella veniva si usava in molte preparazioni per contrastarne il deterioramento. Questo per la sua azione antisettica e antibatterica che si può sfruttare per la preparazione di un collutorio casalingo facendone bollire un pezzetto per cinque minuti in mezzo litro d’acqua insieme a un chiodo di garofano e una manciata di menta per ottenendo così un rimedio che, oltre a essere utile per l’igiene del cavo orale, regala anche un alito fresco.

Aiuta in caso di disturbi respiratori

Facendo bollire per un due, tre minuti in una tazza di acqua un pezzetto di cannella e un chiodo di garofano e aggiungendo il succo di mezzo limone e un cucchiaio di miele si ottiene un aiuto naturale in caso di stati influenzali. La cannella, infatti, allevia il mal di gola e aiuta la risoluzione di raffreddori e febbri influenzali.

Senza esagerare

La cannella fa bene ma a dosi elevate può irritare la mucosa intestinale; attenzione anche ad evitarla in gravidanza perché, sia pur in rari casi e in quantità molto alta, potrebbe stimolare le contrazioni uterine. La dose consigliata? Secondo la letteratura non supera il grammo al giorno. 

In cucina

Per aromatizzare il tè, il caffè e la cioccolata, per i biscotti che tradizionalmente insieme al vin brulè dove la cannella si sposa con altre spezie annunciano l’arrivo delle feste invernali e per i dolci con le mele e le pere, ma anche spolverata sulla panna montata e sulla macedonia, sui budini e sulle crema al cucchiaio, sullo yogurt e sui frappè.

Se da noi la cannella trova posto soprattutto nella preparazione dei dolci, la cucina orientale e africana la inserisce nella preparazione di molti piatti salati. Buona idea quindi quella di usarla per profumare le marinate sia per la carne che per il pesce, gli arrosti e mescolata con un pizzico di zenzero in polvere per dare un tocco esotico a del semplice riso Basmati bollito. La cannella è ottima poi con le verdure dolci come la zucca e le patate ricordandosi sempre di aggiungerla a fine cottura per preservare al massimo i sui benefici.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...