Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La tendenza emerge dal report della società di chirurgia pla

Il lato B cresce con le iniezioni di grasso

di
Pubblicato il: 04-06-2015

Sanihelp.it

Nel 2014 negli Stati Uniti sono cresciuti gli interventi di lipoaspirazione e di lipofilling, cioè di trasferimento del grasso eliminato da altre parti del corpo, nei glutei. Viene facile fare 2 più 2 e …

«Sicuramente c’è una relazione tra i due dati», dice Fabrizio Malan presidente della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, SICPRE, commentando i dati della consociata ASPS, American Society of Plastic Surgeons.

«Il trend è smile a quello che si riscontra nel nostro Paese – dice ancora Malan –: il grasso viene sempre più utilizzato per dare volume e rotondità al lato B. Detto questo, però, ci sono molte differenze tra un Paese come gli States, in cui il sovrappeso e l’obesità sono problemi di fatto endemici, e l’Italia, dove la popolazione adulta è la più magra d’Europa».

Nel complesso, i dati relativi al mercato della bellezza negli States sono positivi, infatti crescono sia gli interventi di chirurgia estetica (1,7 milioni nel 2014, + 1% rispetto all’anno precedente) sia le precedure mini-invasive (13,9 milioni di procedure, + 4% rispetto al 2013). Sommando chirurgia estetica e medicina estetica – ovvero bisturi e »punturine» - la crescita è del 3%, con un totale di 15,6 milioni di procedure cosmetiche nel 2014.

Quali sono gli interventi più eseguiti? Al primo posto si conferma la mastoplastica additiva, con 286.000 interventi (-1% rispetto al 2013), seguita dalla rinoplastica, con 217.000 interventi (-  2% rispetto al 2013).

Variazioni più notevoli sono invece quelle legate ai trattamenti anti-age: se la blefaroplastia e il lifting hanno fatto registrare un -4%, nel 2014 tossina botulinica e filler sono aumentati rispettivamente del 6% e del 3%. «Si tratta di procedure principalmente utilizzate per combattere i segni del tempo – fa notare Malan - che ancora una volta indicano come le preferenze dei pazienti si orientino sempre di più verso le procedure mini-invasive, a discapito della chirurgia». 



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
SICPRE

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti