Le parole pi cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La cefalea da suicidio? Fa sghignazzare dalle risate!

di
Pubblicato il: 25-05-2007
Sanihelp.it - Può sembrare uno scherzo assurdo la scoperta di alcuni neurologi dell’Università La Sapienza di Roma, secondo cui i pazienti affetti da cefalea a grappolo, il più terribile mal di testa conosciuto, possono essere colpiti da irrefrenabili attacchi di risate.
Soprattutto se si pensa all’estrema gravità del dolore di questo mal di testa, che gli ha fatto guadagnare il triste appellativo di cefalea da suicidio.

Nei casi in cui questa cefalea si cronicizza per mancanza di effetto dei farmaci, la situazione diventa poi così drammatica da costringere addirittura alla neurochirurgia funzionale con Deep Brain Stimulation (DBS).
Questa tecnica ha quasi sempre fatto recuperare una buona qualità di vita, ma non si erano mai visti pazienti con attacchi di risate. Un 38enne romano, invece, sghignazzava per almeno 5 minuti ogni volta che usava il trattamento di scelta per questa cefalea, un’iniezione sottocutanea di sumatriptan, farmaco salvavita per questi pazienti.

Ma le risate non erano dovute alla felicità per la scomparsa del dolore, bensì all’interferenza del sumatriptan col circuito d’inibizione del riso che, dalla corteccia cerebrale frontale, va ai gangli basali, struttura nervosa ricchissima di recettori 5HT 1b e 1d ai quali il farmaco si lega.

Si tratta del primo caso al mondo in cui è un farmaco a provocare reazioni di ilarità, finora scatenata solo da lesioni cerebrali dovute a patologie tumorali, epilettiche, degenerative, vascolari o come imprevisto nel corso di un intervento neurochirurgico.
La scoperta apre nuovi orizzonti sulle interazioni farmacologiche fra cellule nervose centrali e sumatriptan non solo nel mal di testa, ma anche in altre malattie come il Parkinson, dove i gangli basali sono ugualmente implicati.

In anteprima rispetto alla pubblicazione prevista sul prossimo numero della rivista internazionale Cephalalgia, lo studio viene presentato dal professor Piero Barbanti al congresso che il Centro Cefalee dell’Istituto Nazionale Neurologico Besta di Milano sta tenendo in questi giorni a Stresa.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
V Seminario Clinico del Centro Cefalee Istituto Nazionale Neurologico Carlo Besta di Milano

© 2016 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?
Ti potrebbe interessare:


Promozioni:

Commenti