Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Esami del sangue > Colesterolo totale - Esami di laboratorio

Esami di laboratorio

Colesterolo totale

Il colesterolo è una molecola sintetizzata dal fegato, ma una parte viene ricavata a partire dai grassi assunti con la dieta. È un componente fondamentale per la produzione di sali biliari, vitamina D e di molti ormoni. Rappresenta inoltre un importante costituente delle membrane.

Questo test valuta la quantità di colesterolo totale in modo da determinare il rischio potenziale individuale di cardiopatie e aterosclerosi.
Viene inoltre usato anche per il controllo dell'efficacia dei trattamenti adottati per la cura di queste patologie.

INDICAZIONI:Viene usato, in associazione ad altri esami, per valutare il profilo lipidico a digiuno in soggetti con più di 20 anni.
PRIMA DEL TESTPRIMA DEL TEST:È necessario eseguire l'esame a digiuno da almeno 12 ore; l'acqua è consentita.
È assolutamente vietato assumere alcool nelle 24 ore precedenti il test.
PRASSIPRASSI:Viene raccolto per prelievo venoso un volume di sangue pari a 7 ml in una provetta con tappo rosso.
DOPO DEL TESTDOPO DEL TEST:Esercitare pressione sul punto di prelievo controllando lo stato di sanguinamento.
VALORI NORMALI:Auspicabile: < 200 mg/dl (unità SI: < 5,18 mmol/l)
VALORI NORMALI BAMBINO:< 160 mg/100 ml
VALORI ANORMALI: Alto borderline: 200-239 mg/dl (unità SI: 5,18-6,19 mmol/l)

Alto: > 239 mg/dl (unità SI: > 6,20 mmol/l)
VALORI ANORMALI AUMENTATI:
se valori sono superiori (valori alti) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Aterosclerosi
- Cardiopatia
- Cirrosi biliare
- Diabete mellito non controllato
- Disfunzione pancreatica
- Epatopatia/ostruzione biliare
- Gravidanza
- Ipercolesterolemia
- Iperlipidemia
- Ipertrigliceridemia
- Ipotiroidismo
- Obesità
- Preeclampsia
- Sindrome nefrosica
- Xantomatosi
VALORI ANORMALI DIMINUITI:
se i valori sono inferiori (valori bassi) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- AIDS
- Anemia cronica
- Anemia emolitica
- Anemia perniciosa
- Epatopatia
- Infezioni gravi
- Ipertiroidismo
- Ipolipoproteinemia
- Malassorbimento
- Sepsi
- Stress
FATTORI CHE INFLUENZANO:Vi sono farmaci che possono alterare i livelli del colesterolo totale, in particolare:
- l'uso di antipsicotici atipici, beta bloccanti, contraccettivi orali, corticosteroidi, disulfiram, diuretici tiazidici, fenobarbital, fenitoina, lansoprazolo, levodopa, litio, pergolide, sulfonamidi, testosterone, ticlopidina e venlafaxina aumenta il livello di colesterolo totale
- l'uso di ACE-inibitori, agenti riducenti il colesterolo, allopurinolo, androgeni, eritromicina, estrogeni, fenitoina, filgrastim, levotiroxina, metformina, prazosina, tamoxifen e terazosina riduce i livelli di colesterolo totale.
NOTE:Pazienti con valori superiori ai 200 mg/dl vengono istruiti per migliorare le loro abitudini quotidiane, in particolare riguardanti:
- la riduzione dell'assunzione di grassi saturi e colesterolo
- l'aumento dell'attività fisica
- il controllo del peso

Viene iniziata una cura farmacologica, coadiuvata dalla correzione dello stile di vita, sulla base dei livelli di lipoproteine e dell'ipercolesterolemia.
a cura di Alessia Palmeri
Fonte: Manuale di tecniche diagnostiche ed esami di laboratorio; McGraw-Hill
Esami medici dalla A alla Z; Tecniche Nuove
Interpretazione dei dati di laboratorio; Edizioni Minerva Medica
Dottoressa Lorenza Rimassa, Vice Responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Medica e Dirigente medico presso Humanitas Cancer Center.
Torna alla ricerca degli esami