Logo
Logo
Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Video
Gallery - Copia il vip
Home > Esami del sangue > Ormone tireostimolante - Esami di laboratorio

Esami di laboratorio

Ormone tireostimolante

o Tireotropina
Sigla dell'esame: TSH

Esiste un asse di regolazione della secrezione degli ormoni tiroidei: a monte vi è l'ipotalamo che secerne TRH, un ormone che stimola l'ipofisi anteriore a rilasciare TSH, nel momento in cui il livello circolante di T3 e T4 diminuisce.
Il THS stimola la tiroide a secernere i suoi ormoni. Nel momento in cui i livelli ritronano normali, agisce un meccanismo a feedback che inibisce l'ipofisi. I livveli di TSH hanno un ritmo circadiano, con picchi durante la sera e livelli minimi in tarda mattinata.

Questo test è utile per la diagnosi differenziale di ipotiroidimo primario e secondario. Il primario riguarda la tiroide stessa, mentre quello secondario evidenzia problemi relativi all'ipofisi.

INDICAZIONI:Questo test, grazie alla sua sensibilità, viene usato per lo screening dell'ipertiroidismo e, nella clinica, per l'analisi di livelli aumentati o diminuiti di tipo sublinico degli ormoni tiroidei.
PRIMA DEL TESTPRIMA DEL TEST:Non si necessita di digiuno prima del test.
Se la terapia lo permette, sospendere l'assunzione di farmaci che potrebbero influenzare i risultati.
PRASSIPRASSI:Si raccoglie in una provetta con il tappo rosso una quantità di sangue pari a 7 ml.
DOPO DEL TESTDOPO DEL TEST:In seguito a prelievo, esercitare pressione sul punto di puntura.
VALORI NORMALI:0,4-4,0 µU/ml (unità SI: 0,4-4,0 mlU/l)
VALORI ANORMALI AUMENTATI:
se valori sono superiori (valori alti) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Adenoma ipofisario
- Anticorpi anti-TSH
- Iperpituitarismo
- Ipotermia
- Ipotiroidismo primario
- Produzione ectopica dovuta a cancro polmonare, mammario
- Resistenza all'ormone tiroideo
- Tiroidectomia subtotale
- Tiroidite
VALORI ANORMALI DIMINUITI:
se i valori sono inferiori (valori bassi) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Ghiandola tiroide multinodulare
- Ipertiroidismo
- Ipofunzione ipofisaria
- Ipotiroidismo secondario
- Malattia di Graves trattata
- Sindrome cerebrale organica
FATTORI CHE INFLUENZANO:Vi sono fattori che influenzano i risultati; in primis l'emolisi del campione.
Inoltre, essendo i valori del TSH soggetti a ciclo circadiano, si hanno valori basali intorno alle 10 del mattino e valori più alti intorno alle 22 di sera.
Anche l'esecu
NOTE:La valutazione dei livelli di TSH è l'esame di partenza in caso di sospetto di disturbi della tiroide.

Le terapie che prevedono amiodarone possono causare disfunzione tiroidea nel 14-18% dei casi. Per tale ragione è necessario monitorare i livelli
a cura di Alessia Palmeri
Fonte: Manuale di tecniche diagnostiche ed esami di laboratorio; McGraw-Hill
Esami medici dalla A alla Z; Tecniche Nuove
Interpretazione dei dati di laboratorio; Edizioni Minerva Medica
Dottoressa Lorenza Rimassa, Vice Responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Medica e Dirigente medico presso Humanitas Cancer Center.
Torna alla ricerca degli esami