Logo
Logo
Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Video
Gallery - Copia il vip

Esami di laboratorio - Esami per la funzionalità tiroidea

Triiodotironina libera

o T3 libera
Sigla dell'esame: FT3

L'asse ipotalamo-ipofisi-tiroide induce quest'ultima a secernere gli ormoni tiroidei, di cui il T4 è il più abbondante.
Le cellule dell'organismo convertono il T4 in T3, biologicamente più attivo.
Quest'ultimo è presente in due forme: una legata a proteine plasmatiche e una libera, meno dell' 1%, non influenzata dalle situazioni che possono aumentare i livelli di proteine plasmatiche.

Quest'esame viene effettuato in pazienti che presentano valori di TSH e T4 alterati, con sintomi di ipertiroidismo o per il monitoraggio di un trattamento.

PRIMA DEL TESTPRIMA DEL TEST:Non si necessita di digiuno prima dell'esame.

Se è possibile, sarebbe consigliabile sospendere l'assunzione di farmaci che potrebbero portare ad alterazioni nei risultati.
PRASSIPRASSI:Si raccoglie in una provetta con il tappo rosso una quantità di sangue pari a 7 ml.
DOPO DEL TESTDOPO DEL TEST:In seguito a prelievo, esercitare pressione sul punto di puntura.
Riprendere regolarmente l'assunzione dei farmaci sospesi.
VALORI NORMALI:260-480 pg/dl (unità SI: 4,0-7,4 pmol/l)
VALORI ANORMALI AUMENTATI:
se valori sono superiori (valori alti) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Cancro alla tiroide
- Ipertiroidismo
- Tireotossicosi da T3
- Tiroidite
VALORI ANORMALI DIMINUITI:
se i valori sono inferiori (valori bassi) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Deficit congenito di TBG
- Ipotiroidismo
- Malattia acuta
- Malattia cronica
- Tiroidectomia
FATTORI CHE INFLUENZANO:Vi sono categorie di farmaci che possono influire sull'esame, alterandone i risultati:
- acido valproico, amiodarone, clofibrato, contraccettivi orali, cytomel, estrogeni, fenotiazine, metadone, tamoxifene, terbutalina e tiroxina possono aumentarne i l
a cura di Alessia Palmeri
Fonte: Manuale di tecniche diagnostiche ed esami di laboratorio; McGraw-Hill
Esami medici dalla A alla Z; Tecniche Nuove
Interpretazione dei dati di laboratorio; Edizioni Minerva Medica
Dottoressa Lorenza Rimassa, Vice Responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Medica e Dirigente medico presso Humanitas Cancer Center.
Torna alla ricerca degli esami