Logo
Le parole più cercate: Dieta Kamasutra Mononucleosi
Ricerca personalizzata Google

Esami di laboratorio - Coagulazione

Tempo di tromboplastina parziale

o Tempo di tromboplastina parziale attivata
Sigla dell'esame: PTT; APTT

Questi due esami sono importanti poiché danno informazioni riguardo allo svolgimento corretto della cascata coagulativa, in particolare rileva alterazioni del sanguinamento causate da fattori della via estrinseca (I,II,V,VIII,IX,X,XI,XII).

Pazienti con APTT normale presentano una corretta coagulazione, ma tale risultato non evidenzia disturbi dei fattori; questi vengono rilevati dall'APTT nel momento in cui causano una diminuzione del 30-40%.

L'equilibrio tra sanguinamento e coagulazione eparina mediato, in pazienti sottoposti a terapia anticoagulante, viene controllato mediante PTT.

Il PTT misura il tempo necessario perchè si formi un coagulo in un campione di plasma, a cui sono stati aggiunti calcio e tromboplastina parziale.
L'APTT necessita anche l'uso di reagenti aggiuntivi.

In caso di overdose da eparina, l'antidoto usato è il solfato di protamina (1 mg ogni 100 unità di eparina).

PRIMA DEL TESTPRIMA DEL TEST:Non si necessita di digiuno prima del test.

Pazienti soggetti a infusione continua di eparina, saranno monitorati per mezzo del PTT giornalmente.
In tali pazienti il prelievo viene fatto in qualsiasi momento. In pazienti a cui viene somministrat
PRASSIPRASSI:Si raccoglie un volume di sangue di 7 ml in una provetta contenente citrato di sodio, con tappo azzurro.
DOPO DEL TESTDOPO DEL TEST:In seguito a prelievo, esercitare una leggera pressione sul punto di puntura.
VALORI NORMALI:APTT: 25-35 secondi

PTT: 60-90 secondi

Livello terapico per la terapia anticoagulante: 1,5-2,5 volte il valore di controllo
VALORI ANORMALI AUMENTATI:
se valori sono superiori (valori alti) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Abruptio placentae
- Afibrinogenemia
- Chirurgia cardiaca
- Cirrosi
- Coagulazione intravascolare disseminata
- Deficit del fattore XII
- Deficit di vitamina K
- Disfibrinogenemia
- Disturbi della coagulazione
- Emodialisi
VALORI ANORMALI DIMINUITI:
se i valori sono inferiori (valori bassi) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Cancro in stadio avanzato
- Coagulazione intravascolare disseminata molto precoce
- Emorragia acuta
- Ipercoagulabilità
FATTORI CHE INFLUENZANO:L'emolisi del campione può provocare alterazione nei risultati del test.

La presenza dell'anticorpo Lupus Anticoagulant aumenta il PTT.

Pazienti con livelli alti o bassi di ematocrito possono avere interferenze con i risultati a causa dell'e
NOTE:Si ha la possibilità di comparsa di ematoma sul punto di venipuntura.
Per prevenire questo evento insegnare al paziente come controllare la zona.
a cura di Alessia Palmeri
Fonte: Manuale di tecniche diagnostiche ed esami di laboratorio; McGraw-Hill
Esami medici dalla A alla Z; Tecniche Nuove
Interpretazione dei dati di laboratorio; Edizioni Minerva Medica
Dottoressa Lorenza Rimassa, Vice Responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Medica e Dirigente medico presso Humanitas Cancer Center.
Torna alla ricerca degli esami