Logo
Logo
Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Video
Gallery - Copia il vip
Home > Esami del sangue > Conta dei linfociti - Esami di laboratorio

Esami di laboratorio

Conta dei linfociti

I linfociti appartengono alla categoria dei leucociti immunitari. Questi si dividono in linfociti T, o celule T, e linfociti B, o cellule B.
Queste due categorie sono coinvolte nella risposta immunitaria umorale, con produzione di anticorpi da parte delle cellule B, e nella risposta immunitaria cellulo-mediata, per mezzo di varie classi di linfociti T.
I linfociti hanno emivita diversa a seconda del tipo.

ESAMI CORRELATI:Formula leucocitaria Vedi Conta dei basofili Vedi
Conta degli eosinofili Vedi
Conta dei leucociti Vedi
Conta dei monociti Vedi
Conta dei nuetrofili Vedi
PRIMA DEL TESTPRIMA DEL TEST:Non è necessario che il paziente si presenti a digiuno per esegiure l'esame.
PRASSIPRASSI:Viene raccolto un volume di sangue pari a 7 ml nella provetta con il tappo color lavanda. È consigliabile che il laccio emostatatico non resti in posizione per un tempo superiore ai 60 secondi.
DOPO DEL TESTDOPO DEL TEST:Esercitare pressione sul punto di prelievo controllando lo stato di sanguinamento.
CONTE ASSOLUTE:1000-4000 cell/mm3
VALORI ANORMALI: Un aumento del numero di linfociti viene definito linfocitosi; una diminuzione, linfocitopenia.
VALORI ANORMALI AUMENTATI:
se valori sono superiori (valori alti) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Citomegalovirus
- Colite ulcerosa
- Parotite
- Rosolia
- Morbillo
- Epatite
- Varicella
- Ipersensibilità ai farmaci
- Leucemia linfocitica cronica
- Malattia da siero
- Malattia di Addison
- Mononucleosi infettiva
- Morbo di Crohn
- Pertosse
- Tifo
- Tireotossicosi
- Toxoplasmosi
VALORI ANORMALI DIMINUITI:
se i valori sono inferiori (valori bassi) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- AIDS
- Anemia aplastica
- Insufficienza renale
- Irradiazione
- Linfosarcoma
- Lupus eritematoso sistemico
- Malattia di Hodgkin
- Miastenia gravis
- Ostruzione del drenaggio linfatico
- Scompenso cardiaco congestizio
- Stimolazione adrenocorticale
- Stress
- Tubercolosi acuta
FATTORI CHE INFLUENZANO:Vi sono farmaci che possono ridurre il numero dei linfociti, in particolare l'uso di agenti antineoplastici e corticosteroidi.
a cura di Alessia Palmeri
Fonte: Manuale di tecniche diagnostiche ed esami di laboratorio; McGraw-Hill
Esami medici dalla A alla Z; Tecniche Nuove
Interpretazione dei dati di laboratorio; Edizioni Minerva Medica
Dottoressa Lorenza Rimassa, Vice Responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Medica e Dirigente medico presso Humanitas Cancer Center.
Torna alla ricerca degli esami